Tag: eventi

I vertici di Infosec: di nuovo al SAS, questa volta di persona!

Trombe, rullo di tamburi, applausi, acclamazioni, fischi! Ecco due fantastiche notizie per voi: una ottima, l’altra ancora meglio…

La prima: quest’anno si terrà la nostra quindicesima conferenza annuale sulla sicurezza informatica, il Security Analyst Summit (SAS). Quindicesima? Incredibile… come passa il tempo!!

La seconda: siamo finalmente tornati a un formato offline, ovvero presenziale, faccia a faccia, proprio come ai vecchi tempi!

// Negli ultimi anni questa conferenza, come molte altre, si sono tenute online.

La nostra tradizione di riunire ogni anno i migliori esperti nel campo della cybersecurity, nonché accademici e uomini d’affari di tutto il mondo, in un luogo accogliente e piacevole è iniziata nel lontano 2009. (Ebbene sì, nel 2009… sembra ieri, ma sono passati 14 anni). All’epoca, le dimensioni dell’evento erano molto più ridotte, ma nel corso degli anni è cresciuto sempre di più fino a diventare uno dei principali appuntamenti annuali del calendario globale degli eventi nel campo della cybersecurity.

// Per chi volesse conoscere l’evoluzione del SAS nel corso degli anni, può utilizzare questo tag.

Quest’anno la calda e piacevole location sarà Phuket, in Thailandia, dove la conferenza si svolgerà dal 25 al 27 ottobre. Come di consueto, presenteremo, condivideremo e discuteremo le ultime tendenze in materia di cybersecurity (compresi gli attacchi APT scoperti di recente) e gli ultimi risultati nel campo della ricerca e della tecnologia.

Spoiler… l’accento sarà posto sui seguenti argomenti:

– Protezione delle infrastrutture industriali;

– Sicurezza ICS/OT;

– Attacchi alla catena di approvvigionamento e all’ IoT;

– Metodi per affrontare i ransomware e la darknet;

– La presentazione del nostro nuovo corso di formazione in reverse engineering e Ghidra, presentato dal nostro GReAT.

E abbiamo già annunciato la call for papers! Se volete presentare la vostra ricerca o soluzione innovativa, inserite tutte le informazioni pertinenti sul sito

Quindi, non manca molto per il SAS 2023. Sarà GReAT, sarà interessante, sarà super-informativo, sarà un super-successo, come sempre!…

Ci vediamo a Phuket!…

Per concludere, qui potete trovare una rapida retrospettiva fotografica del SAS…

Covid o no, lo spettacolo (la nostra conferenza annuale con i partner) deve continuare!

Noi di K abbiamo la tradizione di andare ogni anno a una banya con gli amici organizzare una conferenza alla quale invitiamo i nostri partner preferiti e più apprezzati, così come colleghi del settore. È un evento globale a cui siarriva in aereo da tutto il mondo, dalle Americhe all’Australia (a differenza delle nostre conferenze regionali e funzionali, su scala più ridotta).

La tradizione è iniziata nel 1999 (un anno che ho ricordato non molto tempo fa) ed è continuata per ben 10 anni fino a quando, nel 2009, abbiamo deciso di frammentare l’evento in conferenze regionali più piccole, dato che l’incontro globale stava diventando troppo grande. Così sono nate conferenze separate per le Americhe, l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa, l’Asia-Australia, la Russia e gli stati vicini.

Torniamo alla conferenza globale, la prima si è tenuta a Mosca. L’anno successivo, a San Pietroburgo, poi a Cipro, Barcellona, Malta e in altre città costiere del Mediterraneo. La curiosità è cresciuta e ci ha portato alle isole caraibiche, a Rio de Janeiro e ad altre mete esotiche. Per saperne di più su questi e altri raduni globali, potete dare un’occhiata qui.

Diversi anni dopo, dato che la conferenza globale è stata suddivisa in conferenze regionali, ci è un po’ mancata. Così è successo l’inevitabile: l’abbiamo ripristinata (pur mantenendo anche quelle regionali)! Per il grandi ritorno, abbiamo deciso di avere come tema e come sfondo il paese più grande al mondo (beh, perché no?!) .Nel 2017 si è tenuta a Mosca (dove, come ho già detto, nel 1999 si è tenuta la primissima conferenza globale dei partner, si raccoglie quel che si semina), nel 2018, a San Pietroburgo e nel 2019, a Sochi. Curiosamente, 20 anni fa queste città-luoghi non sarebbero state in grado di ospitare eventi così grandi; oggi, invece possono farlo facilmente, e li consiglio a chiunque.

Tutto questo per arrivare a quest’anno…

Di solito le nostre tradizionali conferenze globali per i partner riuniscono circa 100-150 distributori e partner, in presenza. Quest’anno avevamo in programma (come è anche tradizione!) di spiegare un po’ le ali e di tenerla all’autodromo di Valencia. Ahimè, il 2020 è il 2020, mettiamola così! Comunque, nonostante la noiosa, fastidiosa e onnipresente quarantena, non ci sembrava giusto annullare la nostra festa globale. L’abbiamo semplicemente adattata, in modalità offline > online, un ibrido dei due (sì, stiamo al passo con i tempi). Il piano originale era arrivare a circa 100 ospiti provenienti da 35 paesi. Alla fine? Siamo arrivati a 1.800 da circa 150 paesi! // “Non sottovalutare la potenza dell’evento globale online, Luke” 😊

Continua a leggere:Covid o no, lo spettacolo (la nostra conferenza annuale con i partner) deve continuare!

Foto di Flickr

  • Montserrat
  • Montserrat
  • Montserrat
  • Montserrat

Instagram Photostream

Analisti della sicurezza del mondo uniti (a distanza)!

Il mondo sembra riaprirsi lentamente, almeno poco a poco e in alcuni luoghi. Alcuni paesi stanno addirittura aprendo le frontiere. Chi l’avrebbe mai detto?

Certo, alcuni settori si apriranno più lentamente di altri, come i grandi eventi, i concerti e le conferenze (parlo di quelle offline, dove la gente si presenta in un hotel/centro congressi). Per quanto riguarda quest’ultimo caso, anche le nostre conferenze sono state colpite da questo maledetto virus. I nostri eventi sono passati dal mondo offline a quello online, uno tra tutti il nostro grande progetto chiamato Security Analyst Summit (SAS).

Il SAS di quest’anno avrebbe dovuto avere luogo quest’aprile in una delle nostre città preferite (ci siamo stati per altri eventi K), Barcellona. Ogni anno, fatta eccezione per il 2020, si svolge in una location da urlo (di solito in posti dove fa caldo); per esempio, siamo stati a Singapore nel 2019, e a Cancun, in Messico, nel 2018. Non avevamo mai tenuto un SAS a Barcellona, perché pensavamo che non fosse una location abbastanza “divertente” o “esotica”. Ma dato che la gente continuava a suggerire la città catalana come luogo di ritrovo, beh, alla fine ci siamo arresi. Chiaramente, in questo mese di maggio, il SAS a Barcellona non si farà (l’evento offline), dobbiamo rimandare. Ma al suo posto c’è stato il nostro SAS di aprile, semplicemente dal divano di casa online! Misure straordinarie per tempi straordinari. Nonostante ciò, l’evento si è rivelato essere straordinariamente grande!

Continua a leggere:Analisti della sicurezza del mondo uniti (a distanza)!

Crescita del 3000%

Facciamo un lavoro daaavveeero interessante.

Proteggiamo gli utenti, costruiamo un nuovo futuro sicuro e inseguiamo i cybercriminali di tutto il mondo. Allo stesso tempo, il “panorama” è in continua evoluzione, il che significa che non ci si annoia mai.

Sì, il “digitale” in questi giorni penetra anche nelle aree di attività più improbabili, remote e conservatrici dell’Homo sapiens e, ahimè, il mondo informatico sotterraneo e chi aizza le cyberguerre sono sempre lì che non portano nulla di buono. All’inizio degli anni 2000, sul palco degli eventi che si tenevano in tutto il mondo, ero solito dire scherzando che i frigoriferi “intelligenti” [sic] un giorno avrebbero avrebbero hackerato le macchine del caffé con attacchi DDoS. Dopo 15 anni, ci troviamo ad affrontare questa realtà. Capirete bene perché in questi 30 anni non mi sono mai annoiato.

Le minacce stanno cambiando, e lo stesso vale per il nostro business. Ad esempio, sapevate che lo scorso anno le vendite delle nostre soluzioni per infrastrutture industriali sono aumentate del 162%? E la crescita totale del nostro segmento NON-antivirus è stata del 55%? O che siamo l’unica grande azienda di sicurezza informatica a creare un proprio sistema operativo specifico basato su un’architettura sicura? E che lo stiamo già implementando in diversi campi come l’Internet delle Cose, le telecomunicazioni e l’industria automobilistica? O quanti progetti interessanti il nostro Growth Center ha fatto sì che siano sopravvissuti durante i loro primi mesi di vita? Ad esempio: la nostra piattaforma Polys blockchain per il voto online, la protezione contro i droni e il sistema IoT di Verisium per la verifica di prodotti autentici.

Ma non sono solo le nostre tecnologie e i nostri prodotti a cambiare. Anche i nostri modelli di business tradizionali stanno cambiando. Il ‘Box moving’ e il commercio al dettaglio sono divorati dal “digitale”, i progetti per grandi aziende stanno diventando sempre più personalizzati (attirando grandi integratori di sistemi ad ampia competenza), e il segmento delle PMI sta praticamente migrando in massa sul cloud.

E poi c’è l’ascesa cosmica del nostro business dell’xSP, vendite di soluzioni di protezione informatica praticamente per tutto quello che c’è online, siano essi servizi di telecomunicazione o Internet provider, servizi bancari, assicurativi e finanziari online…. e perfino community per videogiochi. E questo è un segmento di mercato molto promettente, semplicemente perché, secondo l’antica (!) verità, “chi detiene il traffico si assicura il cliente”. Inoltre, i clienti ottengono un servizio utile a un prezzo speciale, l’operatore prende il suo margine e noi ci prendiamo il nostro profitto. Vincono tutti. Quindi, avete capito adesso il titolo di questo post?

In sei anni, il nostro xSP è aumentato del 3000%, arrivando a oltre 30 milioni di dollari! Si tratta di circa il 10% delle nostre vendite B2C globali! Oh, le mie cifre di vendite lorde! Lavoriamo con più di 500 partner in tutto il mondo per l’xSP, inclusi grandi operatori globali e regionali come Telecom Italia, Orange, Sony Network Communications, Linktel, UOL e IIJ. Quello che facciamo è offrire un margine “appetitoso”, realizzare versioni white label dei nostri prodotti, integrarli con le piattaforme di automazione (ad esempio, CloudBlue  -alias Odin – e la Cloud Brokerage Suite di NEC), condurre attività di marketing congiunte e configurare l’assistenza tecnica. Ma non è solo un “trucco” che usiamo per ottenere maggiori profitti: se le nostre tecnologie e i nostri prodotti in fondo non fossero i migliori al mondo come dimostrato ripetutamente e costantemente, in test indipendenti, non sono sicuro che gli xSP ci darebbero così tanti benefici.

Sempre a proposito di xSP, di recente c’è stato il nostro Kaspersky xSP Summit a Roma. Si tratta di un appuntamento annuale con i partner, e quest’anno abbiamo avuto ospiti provenienti da ben 32 paesi, tra cui Brasile, Germania, Italia, Giappone, Russia, Corea del Sud e Stati Uniti. Abbiamo fatto un ripasso dell’anno, abbiamo chiacchierato, parlato di future tecnologie e prodotti, discusso le prospettive di progetti comuni, abbiamo fatto brainstorming e scambiato esperienze pratiche. In breve, come sempre affari, più una ricarica delle nostre batterie per i prossimi 12 mesi fino al prossimo summit.

Continua a leggere:Crescita del 3000%

Pescare, ballare, recitare…e semplicemente divertirsi

Ancora una volta è l’ultimo mese dell’anno. Il bacino idrico che si vede dalla finestra del mio ufficio si è congelato (e i pescatori pescano con le loro canne da pesca attraverso i buchi creati nello spesso ghiaccio). Brrrrrr, che freddo! Non c’è bisogno di dirlo. C’è l’inquietante scricchiolio delle palline chimiche anti ghiaccio sotto le scarpe o sotto le ruote; sembra esserci più traffico del normale e ci sono giorni in cui non si mette piede fuori casa durante il giorno (è buio in tarda mattinata e nel primo pomeriggio). Dal punto di vista economico, dicembre è anche un mese di resoconti, di valutazione dei progressi, di bilanci e di conclusioni di budget e piani per il futuro.

Quindi sì, dicembre può essere un mese buio, noioso e monotono. Per noi di KL però c’è un evento che compensa tutto questo. C’è il nostro annuale evento di Natale/Capodanno. Una piccola riunione (di circa 2500 impiegati di KL e ospiti provenienti da ogni parte del mondo) per lasciarsi un po’ andare, per baciarsi sotto al vischio e per fare cose del genere. E quest’anno si è tenuto lo scorso venerdì…

Continua a leggere:Pescare, ballare, recitare…e semplicemente divertirsi

Kaspersky Racing Green a Milano

Un saluto dalla modaiola Milano, gente, con una temperatura di 28 gradi centigradi!

28°? Cosa? Dopotutto, è estate. Eh sì, e due settimane fa le temperature a Mosca hanno sfiorato i 28°. Ma negli ultimi giorni la capitale russa si è mantenuta intorno ai 7°, e a malapena ha smesso di piovere (ho anche sentito che nel fine settimana a San Pietroburgo ha grandinato!). Che sta succedendo? Mosca non sta in Groenlandia, e neanche nella Kamchatka (dove la neve a giugno non sconvolge nessuno). Si trova nel relativamente temperato Rialto Centrale Russo! Tuttavia, dovrei essere grato che non è andata così male come a Parigi.

Dalla mia camera d’hotel ho una vista della stazione di Milano Centrale. Che grandioso esempio di architettura…

Sebbene ci sia già entrato alcune volte e ne sia rimasto sempre colpito, ho deciso di darle un’altra sbirciata, solo per alleviare la mia sclerosi.

Continua a leggere:Kaspersky Racing Green a Milano

Decapottabile catalana

Un’altra regional partner conference finita! Ne abbiamo molte durante tutto l’anno: Nord d’America (quest’anno a Cancun), America Latina (in Bolivia, ma quest’anno non sono potuto essere presente purtroppo) e l’APAC (proprio la settimana scorsa, in Vietnam). C’è anche in programma una conferenza sui “Mercati Emergenti” ed è proprio quella che si è appena conclusa, a Barcellona, e includeva diversi paesi dell’America Latina (sì, sono proprio fortunati, hanno ben due conferenze all’anno), dell’Est d’Europa, del Medio Oriente e dell’Africa.

Come sempre, è stato “come sempre”: meeting, presentazioni, tavole rotonde, trattative e così via. Ma non è mancato un po’ di divertimento: la cena di gala, questa volta nel Museo Marittimo. Un posto fantastico, per un altrettanto fantastico buffet serale.

Continua a leggere:Decapottabile catalana

Asia: così varia da lasciare chiunque a bocca aperta

In Asia, tutti i paesi e le persone sono estremamente diversi tra loro. Credo che su questo punto siamo tutti d’accordo. Alcuni paesi si differenziano maggiormente rispetto ad altri, mentre altri si assomigliano un po’ di più. Storia, religione, tradizioni, abitudini, forme di commercio e di lavoro… ogni paese ha le sue “sfumature di diversità”. Le differenze che interessano il modo di lavorare possono toccare gli estremi opposti: dal liberalismo e la libertà di mercato, ai sistemi economici rigidi ed estremamente controllati dallo stato. Viva la diversità! Ma il grado di diversità può variare molto…

Prendiamo per esempio l’Europa, o l’America Latina. All’interno di queste aree, ogni paese differisce tra loro; tuttavia, se facessimo un passo indietro e osservassimo i paesi nel loro insieme come un tutto, ci potrebbero sembrare simili in un sacco di modi diversi. Tutto questo però non si applica ad un continente in particolare: l’Asia. Di fatto molte persone non se ne rendono conto se osservano l’Asia dal di fuori, e fanno il grande errore di pensare all’Asia nel suo insieme, un po’ come si potrebbe fare con l’Europa, presa sempre nel suo insieme. Questo ragionamento con l’Asia non funziona, non c’è modo. I paesi asiatici differiscono troppo tra loro, molto di più di Francia e Germania a confronto o Paraguay e Perù. Persino il Brasile, gli Stati Uniti e la Spagna si assomigliano di più tra loro che l’India, la Corea del Sud e l’Indonesia. In Asia le differenze sono più evidenti, il che rende tutto molto più interessante…

kaspersky_apac_partner_conference_2016_1

Sono rimasto davvero ammaliato dalla diversità dei paesaggi, delle tradizioni e delle abitudini nel mondo del business. Persino le cose più elementari sono strane e interessanti. Per esempio, come le persone fanno conoscenza tra loro e come si scambiano i biglietti da visita. Davvero, adoro la diversità e le divergenze di questo continente.
Continua a leggere:Asia: così varia da lasciare chiunque a bocca aperta

Cancun Sunrise

Il 2016 è nel suo apogeo. Una miriade di eventi invernali e primaverili si susseguono uno dopo l’altro tra cui la nostra partner conference dell’Nord America che si è appena conclusa.

È quasi sempre la stessa cosa: presentazioni, meeting, tavole rotonde. Prodotti-tecnologie-servizi, strategie, promozioni, problemi, opportunità, idee. Pranzi, divertimenti, fare contatti. Due giorni interi. Si arriva, si sta insieme, si lavora.

cancun-mexico-partner-conference-1

Da un’alba ad un’altra… molte albe effettivamente 🙂 Parlando di albe, anche i tramonti sono meravigliosi.

#Cancun sunrise #Mexico // Ох уж эти канкунские рассветы!

A photo posted by Eugene Kaspersky (@e_kaspersky) on


Continua a leggere:Cancun Sunrise

Una fiera dopo l’altra

Subito dopo il Mobile World Congress di Barcellona, folle corsa verso Norimberga per un’altra fiera: Embedded World.

Questa riguarda l’automazione di tutte ciò che ruota, gira, tira gli oggetti su e giù, riscalda e raffredda, pompa, si lega chimicamente, si muove su ruote, galleggia e vola, oltre a “tutto ciò che è digitale per gli uomini con i caschi arancioni”, e un sacco di altre cose del genere. Cyber-industrialismo di alto livello!

cesna-nurnberg-milano-5

Continua a leggere:Una fiera dopo l’altra