Post del mese: aprile 2021

Correva l’anno 2020: diamo uno sguardo ai nostri risultati economici

Ciao a tutti!

È passato poco più di un anno da quando questo maledetto fenomeno biologico ha travolto il mondo e ha colpito duramente molte aziende, specialmente le piccole e medie imprese. Quasi immediatamente è stato chiaro che alcune aziende non se la sarebbero cavata bene. Mi sono anche chiesto come si sarebbero comportati i criminali informatici. E cosa sarebbe successo alla nostra azienda durante questo periodo di quarantena che si prevedeva lungo?

Nel complesso, naturalmente, era ovvio che il crimine informatico non ne avrebbe risentito molto. I cattivi hanno continuato a “lavorare da casa” come al solito. Non è cambiato molto per loro, a parte il fatto che le potenziali vittime passavano più tempo online a causa delle misure di quarantena e dei lockdown. E, naturalmente, la larghezza di banda di Internet non è diminuita per colpa di questo virus biologico.

Ma che dire del nostro business, che lotta contro i criminali informatici?

Un anno fa, ho espresso l’idea che la nostra azienda sarebbe stata colpita da due fattori: uno negativo e uno positivo. Da un lato, credevo che alcuni dei nostri clienti sarebbero stati in difficoltà e alcuni, ahimè, avrebbero fallito. Ovviamente avremmo perso quelle entrate. Ma dall’altro lato, ci sarebbero state aziende che avrebbero iniziato a investire più risorse nella cybersecurity perché i loro dipendenti avrebbero lavorato da remoto e il mondo dei cybercriminali sarebbe diventato molto probabilmente più attivo. Il modo in cui avremmo gestito questi due aspetti avrebbe determinato direttamente i nostri risultati.

Quindi, signore e signori, sono lieto di informarvi che lo scorso lunedì 19 aprile abbiamo annunciato i nostri risultati finanziari riguardanti l’anno appena trascorso. “Perché ad aprile?”, vi starete chiedendo. Perché abbiamo voluto eseguire prima un audit finanziario.

E quindi…*rullo di tamburi*…

È il momento di fare i conti e di riassumere i risultati del 2020. Abbiamo persino tenuto una conferenza stampa per l’occasione, ovvero per informare i giornalisti dei nostri risultati finanziari.

Nonostante l’ormai famigerata pandemia, la crisi economica globale e ogni tipo di instabilità e incertezza geopolitica, i nostri risultati non solo non sono andati male, ma sono stati addirittura molto buoni! Dopo un anno di COVID, non solo siamo sopravvissuti, ma siamo anche cresciuti! E questo nonostante il passaggio di quasi tutti i nostri dipendenti K dall’ufficio allo smart working, con tutti i costi e le ristrutturazioni che ne sono derivati, la fornitura in massa dei nostri prodotti a chi ne aveva davvero bisogno e ogni sorta di imprevisti vari.

Va bene. Inizierò con il pezzo forte: il fatturato globale dell’azienda per il 2020 ha raggiunto i 704 milioni di dollari, un aumento del 2,8% rispetto al 2019.

Continua a leggere:Correva l’anno 2020: diamo uno sguardo ai nostri risultati economici

Un gateway verso la cyberimmunity

Ciao gente!

Innanzitutto, una breve prefazione con i miei racconti dal Permafrost, un viaggio ancora in corso di svolgimento. Niente di meglio prima di parlare di un nuovo e importate prodotto K!

Rullo di tamburi… 

Stiamo lanciando e presentando ufficialmente al mondo la nostra prima soluzione completamente “cyber-immune” per l’elaborazione dei dati industriali, la cybersecurity tradizionale lascia spazio a una nuova era di “cyber immunità”, rivolta (almeno per ora) ai sistemi industriali e all’Internet delle Cose (IdC/IoT)!

Allora, dov’è questa soluzione cyber-immune? In realtà, è proprio nella mia tasca! ->

Continua a leggere:Un gateway verso la cyberimmunity

Foto di Flickr

  • Happy birthday Kaspersky!
  • Happy birthday Kaspersky!
  • Happy birthday Kaspersky!
  • Happy birthday Kaspersky!

Instagram Photostream