Post del mese: marzo 2020

i-Antitrust: riavere la possibilità di scegliere

Combattere le ingiustizie. È quello che facciamo e che continueremo a fare, anche quando vuol dire combattere una grande ingiustizia e su vasta scala…

Ad esempio, nel 2017 siamo riusciti a raggiungere un accordo con la Microsoft per far sì che l’azienda avesse più un occhio di riguardo verso il proprio prodotto antivirus. Microsoft potrebbe essere considerata come il gigante Golia dei giorni nostri e noi il rispettivo Davide! Abbiamo bisogno di esserlo, perché qualcuno deve opporsi ai giganti, ora e in futuro, se questi giganti provano a dominare in maniera ingiusta. Se non lo si facesse, gli utenti arriverebbero ad avere meno scelta.

Lo scorso anno abbiamo dovuto indossare i guantoni da boxe per un’altra disputa, sempre per una questione di antitrust, ma stavolta la lotta ha avuto a che fare con un altro Golia, dal nome Apple. Percorriamo rapidamente l’anno passato fino ad arrivare a due notizie che sicuramente vi interesseranno.

Ma prima un po’ di contesto. Continua a leggere:i-Antitrust: riavere la possibilità di scegliere

Ottimo lavoro

Il mese scorso è stato molto positivo per la proprietà intellettuale targata Kaspersky. È stato davvero bello ricevere buone notizie che ci hanno rallegrato questo mese di marzo molto complicato.

Ma abbiamo avuto anche altri mesi molto buoni da questo punto di vista…

A settembre dello scorso anno, per il secondo anno consecutivo, siamo stati inseriti nella Top 100 Global Innovators di Derwent: siamo la prima (e unica) azienda russa a essere entrata nell’elenco (meticolosamente studiato) delle 100 compagnie più innovative al mondo! Evviva!

Qualche informazione in più su questa classifica. Ogni anno la compagnia indipendente statunitense Clarivate Analytics indica le aziende più innovative al mondo in base alla qualità del proprio portfolio di brevetti. In particolare, Clarivate seleziona le 100 aziende della sua classifica seguendo questi quattro criteri: Continua a leggere:Ottimo lavoro

Foto di Flickr

Instagram

Altre buone notizie dal fronte della proprietà intellettuale

Non ho potuto fare a meno di notare che le ultime notizie che abbiamo ricevuto dai nostri legali esperti in materia di brevetti sono state delle grandi vittorie! 😊 E sono contento di poter continuare a dare buone nuove, annunciandovi un’altra importantissima vittoria che abbiamo ottenuto solo pochi giorno dopo dall’ultima…

Ancora una volta abbiamo avuto la meglio in un’importante causa sui brevetti. Questa volta ci opponevamo a Uniloc (la stessa Uniloc che è riuscita a spillare 388 milioni di dollari alla Microsoft). Dovreste sapere che nel 2018 già ci avevano fatto causa per lo stesso brevetto, ma siamo riusciti a uscirne vincitori.

Di recente, durante la fase di negoziazione riguardante un’altra causa per violazione di brevetto intrapresa da Uniloc, abbiamo ricevuto un messaggio dai rappresentanti della compagnia in cui affermavano di essere stanchi di combattere ed erano pronti a finirla lì. Ovvero voleva dire che erano disposti a chiudere la causa se anche noi lo eravamo. E naturalmente eravamo disposti, ma solo senza compromessi e in poco tempo. E così abbiamo redatto un comunicato congiunto sul momento per “archiviazione senza appello” (“dismissal with prejudice”), il che vuol dire che non si potranno più intraprendere ulteriori azioni per la stessa causa.


Continua a leggere:Altre buone notizie dal fronte della proprietà intellettuale

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti al Blog