Tag: Cina

Buone notizie dalla Cina

Ciao a tutti!

Se c’è una cosa che ho imparato è che la vita non si ferma mai, anzi!

Mentre sono seduto qui in ufficio guardando la neve fuori dalla finestra in Cina, a Wuzhen, si sta svolgendo l’annuale World Internet Conference (a cui ho partecipato l’anno scorso). E quest’anno gli organizzatori hanno deciso di assegnare dei premi al miglior cyberprogetto (secondo loro). E indovinate chi c’era tra i vincitori?!

In questa foto stanno facendo le congratulazioni a tutti i membri del progetto! La nostra soluzione pensata per proteggere le installazioni industriali e le infrastrutture critiche (KICS) ha vinto il premio per i “risultati scientifici e tecnologici di Internet nel mondo), insieme a Tesla, IBM Watson e Alibaba!

500 aziende hanno partecipato al concorso e noi eravamo tra i 15 vincitori (e gli unici nel settore della sicurezza IT).

La ferrovia cinese non delude

Wuhan è una città della Cina centrale. E quando ho letto informazioni sul posto su Wikipedia ho pensato “Wuhaa!”…

Sebbene sia davvero molto grande e sia la capitale e il principale centro amministrativo della provincia di Hubei, sembra che si tratti di una “città sub-provinciale”.

La città copre un’area di 8500 chilometri quadrati (cinque volte più grande di Londra!) e ha una popolazione di 10 milioni di abitanti (quasi come Londra). Anche per la Cina, la percentuale e il volume delle costruzioni a Wuhan sono pazzesche. Nuovi quartieri giganteschi crescono come funghi dopo che piove…in realtà più come alberi di una foresta che crescono come se fosse tutto (davvero) altissimo. Per ora i nuovi grattacieli residenziali sono vuoti, ma quando si riempiranno, credo che la popolazione supererà facilmente quella di Londra e delle sue periferie. Questa è la Cina “sub provinciale”, gente!

dsc02615-pano

Continua a leggere:La ferrovia cinese non delude

UNA GRANDIOSA CONFERENZA IN CINA

Ho appena partecipato a una conferenza molto interessante in Cina, la World Internet Conference 2015. Se siete interessati, nelle news potete saperne di più, ma io ho la mia storia da raccontare.

L’evento ha avuto luogo nella storica città di Wuzhen, chiusa e transennata nella sua totalità per poter ricevere ospiti di alto livello, compresi presidenti, primi ministri e il leader cinese Xi in persona. Mi sono addormentato sulla strada da Shanghai a Wuzhen, per cui non so esattamente quanti cordoni di sicurezza abbiamo attraversato. A Wuzhen le strade erano vuote, le nuvole erano state disperse (o potrebbero essersi disperse di loro spontanea volontà, non saprei). Il tempo era soleggiato, tendente al gelido, e i locali, amanti del calore, erano avvolti in cappotti e sciarpe.

Il primo giorno della conferenza è stato distruttivo.

I lavori sono cominciati alle 8 del mattino e terminati alle 11:30 di notte. “Stavo morendo” (cit.).

Tuttavia, ho incontrato delle persone davvero interessanti 🙂 e ho dato una comunicazione importante che riguarda gli affari.

Il secondo giorno, sono riuscito a ritagliarmi un po’ di tempo per una passeggiata turistica in questo luogo straordinario. È stato molto interessante. Su Internet Wuzhen viene soprannominata la “Venezia cinese”. In effetti il principio è lo stesso, con i canali, i ponti e le barche, ma tutto con un sapore cinese e in scala molto ridotta. Potete passeggiare per tutta la città vecchia in appena 2 o 3 ore, e questo significa avere un sacco di tempo per le foto.

Continua a leggere:UNA GRANDIOSA CONFERENZA IN CINA

TOP 100, LA SERIE: CINA

Perché la Cina, insieme alla Russia, ha un post della serie Top 100 tutto per sé? Semplice: la quantità di bellezze naturali qui presenti è proprio di un livello superiore. Tuttavia, è curioso che siano a malapena conosciute al di fuori del paese.

Non sono del tutto sicuro del perché sia così. Ciò di cui sono sicuro è che la Cina sembra non faccia assolutamente nulla per attrarre i forestieri nel paese. Ma in effetti non ne hanno bisogno. Hanno già un gran bel daffare provvedendo alle centinaia di milioni dei propri cittadini. Di conseguenza alcuni posti, non importa quanto siano fighi, non hanno neanche una voce su Wikipedia. Se ne viene a conoscenza solo tramite i racconti dei bizzarri turisti occasionali che vi si imbattono per sbaglio durante i loro viaggi pioneristici per l’entroterra del paese.

E un bizzarro turista straniero d’occasione di questo tipo (in parte, perché ho ancora visto poco del paese) sono io!

Ma prima di arrivare a questi luoghi sconosciuti ultra esclusivi, fatemi levare di mezzo alcune delle più scontate e famose attrazioni turistiche cinesi.

 

  1. La Grande Muraglia Cinese

Mi è stato detto che diverse generazioni fa si poteva camminare lungo la muraglia per molti giorni senza fermarsi. Ahimè, non è più possibile: la parola d’ordine oggi è istinto di conservazione; solo un breve tratto è aperto al pubblico. Malgrado ciò, vale assolutamente la pena visitarla, e non solo per poter dire di esserci stati: non c’è un’altra muraglia simile al mondo, assolutamente unica.

SourceFonte

info_ru_20  wiki_IT map_ru_20
gmaps
Photos
google

flickr

Continua a leggere:TOP 100, LA SERIE: CINA

GIRO TURISTICO A PECHINO

Un paio di mesi fa ho parlato delle attrazioni turistiche e di altri episodi rilevanti della vacanza a Pechino e dintorni: i Templi, il Palazzo d’Estate e una parata militare.

Beh, in realtà ci sono molte altre meraviglie turistiche di questo tipo, così tante che potreste impiegare settimane per visitarle tutte. Ok, di rado ho intere settimane libere (a meno che si tratti della Kamchatka :), ma perlomeno riesco a inserire le escursioni tra un incontro d’affari e l’altro, proprio ciò che ho fatto di recente nella capitale cinese, dove mi trovavo per la seconda volta dopo molti mesi. Ho avuto la possibilità di passare in rassegna alcuni posti molto conosciuti, e altri meno.

Date un’occhiata:

1. Il Tempio del Cielo. Un complesso di edifici religiosi di stupefacente bellezza (come ce ne sono molti in Oriente). Le sue dimensioni sono colossali, anche per gli standard di Pechino, l’aria che si respira è pura ed è molto piacevole passeggiarvi. Quei rari giorni in cui a Pechino soffia un vento settentrionale (come è accaduto quando eravamo lì), l’aria è particolarmente pulita: l’inquinamento e lo smog vengono spazzati via dalla metropoli (non oso pensare dove), lasciando il cielo limpido e azzurro.


china-temple-of-heaven-1

china-temple-of-heaven-2 Continua a leggere:GIRO TURISTICO A PECHINO

DECIFRANDO I BIGLIETTI CINESI

Salve amici!

Per una qualche ragione di cui non sono del tutto consapevole, ho l’abitudine di conservare i badge dei congressi, e a volte anche i biglietti delle varie attrazioni turistiche che visito in giro per il mondo. Questa collezione mi sta sfuggendo di mano: in un angolo del mio ufficio c’è una grande scatola piena di badge e sta cominciando a straripare.

La reazione di un giornalista del New York Times che mi ha intervistato di recente, credo colga il punto: “Cos’è QUELLO?” ha chiesto perplesso, indicando la scatola stracolma :). Devo dedicarmi un po’ al feng shui, presto. Magari un giorno la smetterò, del resto le foto sono molto meglio per ricordare i bei tempi andati… ma sto divagando prima ancora di cominciare!

Dunque, partiamo dall’inizio… durante la mia recente vacanza nella Cina nascosta, ho accumulato numerosi biglietti d’ingresso a parchi nazionali, riserve naturali, luoghi d’interesse storico e altre attrazioni.

All’inizio non sembrano nulla di speciale, solo i soliti scontrini di carta o cartoncino. Ma se date un’occhiata più da vicino…

post-29-0-05724300-1445867286 Continua a leggere:DECIFRANDO I BIGLIETTI CINESI

PANDOPOLI

Le mie recenti vacanze in Cina si sono svolte prevalentemente nella provincia di Sichuan (il Buddha Gigante a Leshan, il Monte Emei, Huanglong e Jiuzhaigou). Come si suol dire, paese che vai, usanza che trovi. Io dico: Sichuan che vai, panda che trovi!

Non so come, è finita che ho scritto tantissimo sulla Cina (le sue montagne, le gole, le foreste, i laghi, le cascate, le strade, gli aeroporti, le file, i Buddha e il clima) ma ho evidentemente taciuto riguardo al massimo, universalmente adorato animale della Cina. Quindi, per rimediare, questo post è tutto sul panda, senza tralasciare nulla.

Eccone uno, al Centro di ricerca sui Panda di Chengdu.

panda-changdu-china-1

Giant #panda is endangered species with ~3K of them living in the wild. Despite this animal is classified as a 'bear' its' diet consists almost exclusively of bamboo. Panda consumes up to 15kg of bamboo. Why so much? Because it digests if 17% of that amount. Because panda is still a bear // В мире в дикой природе осталось около 3 тыс. #панда Хотя эта животинка считается медведем, кушает она почти только бамбук. В день до 15 кг. Зачем так много? А потому что панда способна усваивать только 17% этой пищи. Медведь есть медведь! #ekinchina #China #Китай #Чэнгду #Chengdu

A photo posted by Eugene Kaspersky (@e_kaspersky) on

Continua a leggere:PANDOPOLI

La Valle dei Nove Villaggi

Prossima fermata nella Cina nascosta: la Valle dei Nove Villaggi, alias Riserva Naturale e Parco Nazionale di Jiuzhaigou (九寨沟): ancora un ALTRO straordinario spettacolo naturale cinese!

Una serie di cascate e laghi dall’acqua cristallina, sebbene di un turchese fluorescente, e una singolare foresta di alberi che crescono in orizzontale sotto quella stessa acqua dal colore strano, e tutto incastonato nei paesaggi montani più pittoreschi. E in autunno c’è un bonus: le sfumature di rossi, gialli e arancioni delle foglie.

jiuzhaigou-china-1No filter – veramente!

Continua a leggere:La Valle dei Nove Villaggi

A HUANGLONG NON POTETE SBAGLIARVI!

A mezz’ora di volo da Chengdu, il grande capoluogo di Sichuan (14 milioni di abitanti!), nella Cina sudoccidentale, c’è ancora un altro capolavoro naturalistico: Huanglong. In sostanza si tratta di una serie di laghi dai colori brillanti e cascate di acqua calcarea altamente mineralizzata. Ma le parole non bastano, meglio vedere le foto.

huanglong-china-1

Continua a leggere:A HUANGLONG NON POTETE SBAGLIARVI!