Tag: prodotti

I 3 passi per una cybersecurity all’avanguardia: analizzare il passato, testare il presente e prevedere il futuro. Qualsiasi altro elemento = un riempitivo

Quando il passato viene studiato con attenzione, è possibile tracciare un quadro dettagliato e preciso del presente. In questo contesto, la mente analitica di un esperto (o meglio, di molti esperti) può mettere in guardia, o addirittura prevedere, il futuro. È proprio così che noi di Kaspesky siamo spesso in grado di indovinare prevedere con precisione quale sarà l’evoluzione nel breve termine del “male digitale”. Questo è anche il modo in cui ci teniamo aggiornati sulle ultime tendenze nel campo dei cyber-attacchi; l’essere sempre aggiornati ci permette di sviluppare tempestivamente le tecnologie necessarie nella lotta contro i “cyber-male”, che come sappiamo è sempre in agguato. Durante il processo di previsione del male cibernetico, a volte ci siamo sbagliati: alcuni tipi di minacce cibernetiche sono piuttosto difficili da prevedere, ma questi casi sono sempre stati l’eccezione alla regola. Infatti, il più delle volte abbiamo centrato il bersaglio.

Quindi come gestiamo questo processo? Sono solo i nerd barbuti e super cervelloni a fare tutte queste analisi e profezie informatiche? In realtà, no. Molti passaggi sono automatizzati. E questo va apprezzato: un essere umano, per quanto intelligente, non può competere con la potenza di calcolo, gli algoritmi, i robot e l’apprendimento automatico intelligenza artificiale di oggi. L’uomo intelligente è ancora necessario, naturalmente; ma perché fare tutto il lavoro pesante da solo?

Oggi, in questo post, vi parlerò proprio di questo duro lavoro. Un lavoro duro, tecnologico e scientifico che ci permette di prevedere il futuro (senza cartomanzia alla Baba Vanga:).

Per cominciare, vi parlerò dell’evoluzione della nostra Threat Intelligence Platform (TIP).

La suddividerò proprio come nel titolo: come analizziamo il passato, testiamo il presente e prevediamo il futuro senza la sfera di cristallo

Continua a leggere:I 3 passi per una cybersecurity all’avanguardia: analizzare il passato, testare il presente e prevedere il futuro. Qualsiasi altro elemento = un riempitivo

Un gateway verso la cyberimmunity

Ciao gente!

Innanzitutto, una breve prefazione con i miei racconti dal Permafrost, un viaggio ancora in corso di svolgimento. Niente di meglio prima di parlare di un nuovo e importate prodotto K!

Rullo di tamburi… 

Stiamo lanciando e presentando ufficialmente al mondo la nostra prima soluzione completamente “cyber-immune” per l’elaborazione dei dati industriali, la cybersecurity tradizionale lascia spazio a una nuova era di “cyber immunità”, rivolta (almeno per ora) ai sistemi industriali e all’Internet delle Cose (IdC/IoT)!

Allora, dov’è questa soluzione cyber-immune? In realtà, è proprio nella mia tasca! ->

Continua a leggere:Un gateway verso la cyberimmunity

Foto di Flickr

  • Japan / Jun 2024
  • Japan / Jun 2024
  • Japan / Jun 2024
  • Japan / Jun 2024

Instagram Photostream

Caro Babbo Natale, vorrei una sandbox, per favore!

Ciao gente, o forse sarebbe meglio dire…oh,oh,oh, gente? Alcuni dicono che notano una certa somiglianza…ma non divaghiamo!

Certo, Natale e Capodanno sono alle porte, i bambini hanno scritto la letterina a Babbo Natale con i loro desideri e assicurando di essere stati buoni, Rudolf e le altre renne sono quasi pronte per far accadere il miracolo logistico, come ogni anno.

Babbo Natale e le sue renne, però, non distribuiranno solo regali ai bambini, ma anche un’altra cosa molto richiesta: una nuova soluzione di sicurezza per combattere i cyberattacchi, Kaspersky Sandbox! Lasciate che ve ne parli brevemente…

In pratica è tutta questione di emulazione. Conoscete l’emulazione, no? Ve ne ho parlato spesso qui sul blog, e più recentemente all’inizio di quest’anno. Comunque, nel caso il tema vi fosse nuovo, l’emulazione è una tecnica che incita le minacce a rivelarsi… in che modo? Un file viene eseguito in un ambiente virtuale che imita un ambiente informatico reale. Il comportamento di un file sospetto viene studiato in una “sandbox” con una lente d’ingrandimento in stile Sherlock e, quando si trovano azioni insolite (cioè pericolose), l’oggetto viene isolato in modo che non faccia più danni e possa essere studiato più da vicino.

Continua a leggere:Caro Babbo Natale, vorrei una sandbox, per favore!

Funzionalità di cui non avete mai sentito parlare (versione 2018): KFP

Quando devo scegliere un capo di abbigliamento, la caratteristica più importante per me è la praticità. Un bel packaging, la marca, lo status economico che rappresenta etc,non mi interessano. Vale lo stesso con le automobili: se una macchina è in grado di portarmi dal punto A al punto B in poco tempo, in modo sicuro e comodo (meglio con aria condizionata), allora per me va benissimo.

Lo stesso principio di “ignorare gli aspetti meno importanti”, dovrebbe essere applicato anche alla scelta di un prodotto per la sicurezza informatica. Anche se ciò spesso non accade, bisognerebbe essere sicuri di non essere tentati dal “resto” (tema marketing), che non ha nulla a che fare con la protezione in senso stretto. Da test indipendenti è emerso che i prodotti “antivirus di nuova generazione” in realtà adottano falsa intelligenza artificiale e protezione antivirus in realtà piena di falle. Sono prodotti che hanno solo un effetto placebo, mettiamola così. Per non essere vittime del marketing e di un basso livello di sicurezza, dovete rimboccarvi le maniche e capire come funzionano veramente le cose. Ovviamente non tutti hanno il tempo, la pazienza e le conoscenze tecniche per leggere attentamente la documentazione di un prodotto per la sicurezza informatica, e capirla. Ma anche se dovesse essere questo il caso, può essere anche che lo sviluppatore del prodotto infarcisca il documento di farraginoso gergo informatico. Continua a leggere:Funzionalità di cui non avete mai sentito parlare (versione 2018): KFP

Antivirus KL gratis. E il mondo sarà un posto più sicuro

Ciao a tutti!

Ho una grande notizia da darvi: annuncio ufficialmente il lancio a livello globale di Kaspersky Free e, come potrete dedurre facilmente dal titolo di questo post, è completamente gratuito! Wow!

Stiamo lavorando a questa release da un anno e mezzo ormai, con versioni pilota in alcune regioni, un anno e mezzo di ricerche, analisi, modifiche… Da tutto ciò abbiamo potuto dedurre che:

  1. L’antivirus gratuito non entra in concorrenza con le nostre versioni a pagamento, nelle quali si trovano molte funzionalità extra quali Parental Control, Protezione pagamenti online e Secure Connection (VPN), funzionalità che giustificano pienamente il pagamento di €48,99 della versione Premium (su 3 dispositivi);
  2. Molti utenti non possono spendere €48,99 per la protezione Premium e installano versioni gratuite tradizionali (che fanno acqua da tutte le parti) o si affidano solamente a Windows Defender (mamma mia…);
  3. L’aumento nel numero d’installazioni di Kaspersky Free avrà una ricaduta positiva sulla protezione di tutti gli utenti: i nostri mega-database avranno più informazioni su cui lavorare e si perfezionerà così l’apprendimento automatico.

Grazie a questi 3 fattori siamo giunti alla conclusione che la versione gratuita andava fatta, e in fretta: il mondo ha bisogno di una versione gratuita made in Kaspersky Lab!

Continua a leggere:Antivirus KL gratis. E il mondo sarà un posto più sicuro

Una passeggiata sul ponte

Adoro San Francisco.

È una bella e gradevole città, oltre ad essere amichevole e divertente. Nei bar e nei ristoranti si può gustare dell’ottimo pesce fresco e nel frattempo godersi il panorama. La superficie liscia della baia viene interrotta solamente dalle enormi navi che trasportano merci dalla Cina e dai numerosi ponti che circondano la costa. L’isola di Alcatraz si trova nel bel mezzo di questo manto d’acqua, e vigila la terraferma con il suo occhio invisibile. Spettacolare! La situazione perfetta per fare una bella passeggiata.

Ma perché mi sto dilungando su questi dettagli quando abbiamo un sacco di cose a cui pensare?

Beh, qui ci sono alcune foto:

San Francisco Continua a leggere:Una passeggiata sul ponte