Tag: lancio del prodotto

Un cambio di prospettiva per la sicurezza industriale: immunizzare le aziende

Dieci anni sono un tempo lungo nella cybersecurity. Se avessimo potuto vedere nel futuro di una decina di anni, nel 2011, e capire quanto lontano sarebbero arrivate le tecnologie di cybersecurity entro il 2022, probabilmente nessuno ci avrebbe creduto. Me compreso! Paradigmi, teorie, pratiche, prodotti (anti-virus, che cosa?:), tutto è stato trasformato e progredito oltre il riconoscimento.

Allo stesso tempo, non importa quanto siamo progrediti, e nonostante le vuote promesse di miracoli dell’intelligenza artificiale e altri assortimenti di quasi-cybersecurity hype, oggi siamo ancora di fronte agli stessi, classici problemi che avevamo 10 anni fa nella cybersicurezza industriale:

Come proteggere i dati da occhi estranei e da modifiche non autorizzate, preservando al contempo la continuità dei processi aziendali?

In effetti, proteggere la riservatezza, l’integrità e l’accessibilità costituiscono ancora la fatica quotidiana della maggior parte dei professionisti della cybersecurity.

Non importa dove vada, il ‘digitale’ porta sempre con sé gli stessi fondamentali problemi. E anche il ‘digitalizzarsi’ perché i vantaggi sono così evidenti. Anche campi apparentemente conservatori come la costruzione di macchine industriali, la raffinazione del petrolio, i trasporti o l’energia sono stati pesantemente digitalizzati già da anni. Tutto bene, ma è tutto sicuro?

Con il digitale, l’efficacia del business cresce a passi da gigante. D’altra parte, tutto ciò che è digitale può essere (e viene) violato, e ci sono moltissimi esempi di questo nel campo industriale. C’è una grande tentazione di abbracciare completamente tutto ciò che è digitale, per raccogliere tutti i suoi benefici; tuttavia, deve essere fatto in un modo che non sia agonizzante e doloroso (leggi, con i processi aziendali che vengono interrotti). Ed è qui che il nostro nuovo (quasi) speciale antidolorifico può aiutare: il nostro KISG 100 (Kaspersky IoT Secure Gateway).

Questo piccolo dispositivo (RRP, un po’ più di €1000) è installato tra l’attrezzatura industriale (ulteriormente ‘macchinari’) e il server che riceve vari segnali da questa attrezzatura. I dati in questi segnali variano, sulla produttività, i guasti del sistema, l’uso delle risorse, i livelli di vibrazione, le misurazioni delle emissioni di CO2/NOx, e molti altri, e sono tutti necessari per avere un quadro generale del processo di produzione e per essere in grado di prendere decisioni aziendali ben informate e ragionate.

Come puoi vedere, il dispositivo è piccolo, ma sicuramente è anche potente. Una funzionalità cruciale è che permette di trasferire solo i dati “consentiti”. Permette anche la trasmissione dei dati rigorosamente in una sola direzione. Così, KISG 100 può intercettare un grande insieme di attacchi: man-in-the-middle, man-in-the-cloud, attacchi DDoS, e molte altre minacce basate su internet che continuano ad arrivare in questi tempi digitali “ruggenti”.
Continua a leggere:Un cambio di prospettiva per la sicurezza industriale: immunizzare le aziende

Domande e risposte sull’11-11

E adesso, ragazzi e ragazze, woo-hoo! Oggi è uno di quei giorni in cui esultare sembra essere la cosa più giusta da fare. WOO-HOO!!!

Perché, vi chiederete?

Abbiamo lanciato ufficialmente un sistema operativo sicuro per i dispositivi di rete, i sistemi di controllo industriali e l’Internet delle Cose. Il sistema operativo è stato concepito l’11 novembre; ecco perché lo chiamiamo con il nome in codice 11-11. È stato un ciclo di sviluppo molto lungo: abbiamo lavorato al progetto per 14 anni e abbiamo anche realizzato una prova di presentazione del mondo reale. Adesso il sistema operativo può essere utilizzato dalle parti interessate in diverse situazioni.

Il sistema operativo non ha nemmeno un codice di Linux, si basa sull’architettura microkernel e consente ai clienti di verificare il codice sorgente per assicurarsi del fatto che non ci siano funzionalità irregolari

Vi risparmio tutti i dettagli nerd al riguardo; per ulteriori informazioni tecnologiche, potete consultare questo link. Preferisco focalizzarmi sulle cose che non sono state trattate in quel post, per questo motivo risponderò ad alcune delle domande più frequenti e sfaterò alcuni miti sul nostro nuovo sistema operativo.

Continua a leggere:Domande e risposte sull’11-11

Foto di Flickr

  • Italy
  • Italy
  • Italy
  • Italy

Instagram Photostream