Alle bramme piace caldo

Ciao gente!

Vi avevo già detto che l’azienda Novolipetsk Steel è enorme, vero? Quindi era normale che non sarebbe bastato un solo post per i commenti e le foto della mia visita lì. Quindi (sì, avete indovinato) eccoci qui con la seconda parte!…

Ok. 15 milioni di tonnellate di acciaio. Quant’è esattamente? Voglio dire, un Homo Sapiens normale può contarli? Ok, questo è il mio tentativo per calcolare le masse…

Vedete il blocco arancione della foto? Si chiama (non lo credereste mai) bramma, e pesa tra le 25 e 35 tonnellate. Quindi, 15 milioni di tonnellate di acciaio sarebbero…

slab-lipetsk-heavy-metal-1

…circa 500.000 bramme come questa. Mezzo milione. Non riuscite ancora a immaginarvelo? Proverò con qualcos’altro:

Un cubo di ferro pesa 7.87 tonnellate (il peso dell’acciaio è quasi lo stesso dal momento che pesa 7.85 tonnellate. La differenza è insignificante per il nostro scopo). Quindi, 15 milioni di tonnellate sarebbero 1.9 milioni di metri cubi, vale a dire un gran pezzo d’acciaio di 100 metri di larghezza, 100 metri di profondità e 200 metri d’altezza. Sarebbe come un grattacielo di 50 piani formato da solido acciaio. O un quadrato-cubo di 125x125x125 metri. Vi siete fatti un’idea delle dimensioni adesso?

Per ogni evenienza, prendiamo un altro esempio:

1.9 milioni di metri cubi possono anche essere una lunga sbarra quadrata di un metro di larghezza e uno d’altezza…1900 chilometri (come da Gibilterra a Parigi, su strada non in linea d’area!). L’azienda Novolipetsk Steel produce ogni anno 1900 chilometri di acciaio; questo vuol dire 216 metri all’ora!

Oppure…

…proviamo a calcolarlo con i carri merci! Se un vagone è lungo 15 metri e contiene 70 tonnellate di merce, la produzione di un anno equivale a 214.000 vagoni, vale a dire un treno lungo 3200 chilometri! Questo è quello che ho calcolato io, sempre se non mi sono sbagliato…

// Una magnifica digressione. Tutta questa discussione sui metalli pesanti mi ha fatto pensare: qual è il metallo più pesante? Secondo quanto si legge su Internet, osmio e iridio sono pari. Un metro cubo di questi metalli pesa tre volte più dell’acciaio, 22.6 tonnellate! Ma quei due metalli sono rarissimi. Al terzo posto troviamo il platino, raro ma meno dei precedenti: un metro cubo di questo pesa 21.45 tonnellate!

E che dire del metallo più leggero conosciuto? Si tratta del litio, due volte più leggero dell’acqua! Così leggero che galleggia. Credo sia un’ottima idea costruire barche di litio ;). Il metallo più costoso: il californio, anche se non è naturale. Il metallo naturale più costoso è il rodio.

Dov’ero rimasto?…

…Non ne sono sicuro ma torniamo a parlare delle grandezze.

La fabbrica ha le dimensioni di un intero quartiere (o due), ha il proprio sistema di trasporti, infrastrutture e una rete di tubi infinita attraverso i quali vengono trasportati i materiali da un laboratorio all’altro. Quando ho chiesto se ci fosse qualcuno che potesse capire l’intera topologia del complesso, la risposta è stata un istantaneo “no!”. Ogni anello della catena fa la sua parte e permette agli altri di fare la propria.

Questo è l’autobus del complesso che collega le fermate ed è in orario. Effettua diversi chilometri da un lato del complesso all’altro.

slab-lipetsk-heavy-metal-6

La prima parte della nostra visita si è svolta nell’altoforno Rossiyanka, il fiore all’occhiello del posto.

È il fiore all’occhiello perché è molto moderno (è entrato in funzione nel 2011). Inoltre, è l’unico altoforno costruito nella Russia post-sovietica. Al momento è anche l’unico altoforno di tali dimensioni costruito in Europa dal 1991.

Come ogni altra cosa qui, Rossiyanka è gigante (108 metri d’altezza). Funziona 24 ore su 24, “mangia” sempre ed emette ghisa in continuazione.

Fuori dall’altoforno l’aria è pulita e si sente meno odore, dal momento che qui prendono l’ecologia molto sul serio (tra poco vi dirò qualcosa in più al riguardo). Dentro però la questione è diversa: l’ “aroma” inconfondibile di metallo pesante e industria d’acciaio; un “bouquet” così intenso che si può quasi anche gustare.

slab-lipetsk-heavy-metal-12

Dal momento che l’altoforno è molto moderno, non ci sono possibilità di vedere come avviene l’attuale produzione. Tutti i processi di produzione pericolosi si svolgono in stabilimenti speciali e vengono controllati in maniera remota da molto lontano. L’unico processo a cui si può assistere, ma a distanza, è il ferro che viene versato in grandi vasche dalle piattaforme ferroviarie. Successivamente, il ferro viene portato in un altro laboratorio in cui viene convertito in acciaio. Ovviamente i sistemi di controllo industriale giocano un ruolo fondamentale in tutto questo.

E naturalmente non potevamo avere un processo industriale no stop senza l’inevitabile grande pulsante rosso. Eccolo:

slab-lipetsk-heavy-metal-15

Accanto a Rossiyanka si trova l’altoforno numero 6, costruito nel 1978:

slab-lipetsk-heavy-metal-16

Il punto forte della nostra visita è stato il laboratorio laminato a caldo. Qui un flusso costante di acciaio raffreddato avanza lentamente (e poi rapidamente!) su un binario; l’acciaio viene poi tagliato in bramme che vengono appiattite in lastre. Ecco un bel po’ di foto!…

La temperatura delle bramme è di circa 1000°С.

slab-lipetsk-heavy-metal-19

La bramma calda procede lungo il suo percorso da una parte del laboratorio all’altra; tutto questo mentre viene inserita in diverse presse, viene fatta raffreddare e diventa sempre più sottile…fino a quando raggiunge lo spessore di una pasta molto sottile! Ecco due presse:

Ed ecco due…matterelli:

Quando la lastra di metallo è molto sottile si muove più velocemente…

Il motivo per cui aumenta la velocità quando si è più vicini alla creazione dell’acciaio è che le tonnellate per metro hanno bisogno di rimanere costanti. Quindi, se una bramma viene appiattita e raggiunge metà delle dimensioni/peso, andrà due volte più veloce. All’inizio le bramme si muovono molto lentamente, mentre alla fine le lastre si muovono a 15 metri al secondo (più veloce di quanto ricordavo ci avesse detto la nostra guida).

Ecco una lastra che passa da una pressa all’altra!

slab-lipetsk-heavy-metal-30

Successivamente passa in un’altra pressa e viene poi raffreddata con acqua.

Sia i laboratori che i laminatoi sono enormi (rispettivamente 1200 e 800 metri di lunghezza).

Una gramma passa da un lato all’altro del laminatoio di 800 metri in poco meno di quattro minuti.

slab-lipetsk-heavy-metal-39

Nel frattempo la nostra visita continua. Ascoltiamo attentamente la nostra guida mentre cerchiamo di memorizzare dati e cifre, scattando allegramente foto tutto il tempo.

La parte finale di un laminatoio.

Qui viene arrotolata la “pasta” sottile:

slab-lipetsk-heavy-metal-46

Il peso di un rotolo va dalle 25 alle 36 tonnellate, dipendendo da un ordine particolare. La lunghezza di un rotolo è di quasi due chilometri.

slab-lipetsk-heavy-metal-47

Ancora incandescente:

slab-lipetsk-heavy-metal-48

I rotoli finiti sono scaricati e spediti a un altro laboratorio per la lavorazione o più lontano per essere venduti. Un rotolo viene venduto a circa un milione di rubli (15.700 dollari).

L’intero processo è automatico; non abbiamo visto un singolo membro dello staff di controllo nei pressi dei processi di produzione (c’eravamo solo noi turisti).

Quindi ecco qui, un laboratorio di fama mondiale che produce acciaio laminato a caldo. Una cosa non comune e interessante da vedere e da scoprire. Adesso so molte più cose sulla produzione del metallo. Consiglio a tutti di informarsi e di saperne qualcosa in più se si passa da Lipetsk 😉

Il prossimo post parlerà del…non ci crederete…

Lago dei Cigni!

Riuscite a immaginare in che senso? Non cercate su Internet!…

A domani, amici!…

LEGGI I COMMENTI 0
Scrivi un commento
  • RT @kaspersky: Yara is an essential tool for every malware researcher. Here's 3 reasons why you need to master it - and now you can from yo…
    19 ore fa