Quanto acciaio?

Allora ragazzi, quanti di voi sono stati in una fabbrica d’acciaio? Alzate la mano, per favore…

Beh, nemmeno io c’ero mai stato prima ma ho sempre sognato di vederne una. Volevo osservare l’intero processo, anche da lontano. Volevo vedere come caricano i minerali e il carbone nell’altoforno, sentire come sfrigolano e si fondono e vedere il metallo liquido che viene versato per formare lastre rosse di metallo a temperature di migliaia di gradi per poi essere laminato nel frantoio. Conoscevo un po’ di teoria e un po’ di lessico, ma non avevo mai assistito a questa magia.

Se ancora non l’avevate capito, finalmente il mio sogno si è avverato! Il nostro cliente aziendale Novolipetsk Steel ci ha inviato a Lipeck per dare un’occhiata!


Il nostro passaggio:

lipetsk-heavy-metal-8

Ed ecco gli uffici nella fabbrica:

Il lussuoso complesso industriale è enorme. Voglio dire, davvero gigantesco! Si trova a 440 km all’est di Mosca, è lungo 5-6 km e largo 3-4 km (se non sbaglio sono 25 km²). È grande quasi come il resto di Lipeck, la città in cui si trova (una città di mezzo milione di abitanti). Ecco qui il complesso, cerchiato in rosso:

lipetsk-heavy-metal-11

Spaventato dalle dimensioni del posto, la prima domanda che ho rivolto alla direzione è stata: “da quante officine è formato l’intero complesso?”. Per rispondermi hanno dovuto pensarci su un attimo, hanno fatto qualche conto ma non mi hanno saputo dare una risposta precisa. È chiaro però che ci sono tantissime officine; molte si dedicano alla produzione, al carico e alla spedizione; molte alla consumazione e alla…pulizia. Per quanto riguarda le ultime, c’è un intero stabilimenti dedicato alla purificazione dell’acqua da utilizzare nei processi di produzione. Il complesso ha anche una sua ferrovia interna!

Ecco un diagramma che mostra la struttura dei principali impianti di produzione. È scritto in russo, ma si riescono a vedere bene gli 11 stabilimenti!

lipetsk-heavy-metal-12

Undici!

Il minerale di ferro proviene dall’Anomalia magnetica di Kursk, una zona dal magnetismo così tanto anomalo che la gente dice di vedere fulmini…che colpiscono la Terra! Voglio dire, invece di fulmini che colpiscono un oggetto come una torre, balzano fuori da una nuvola ! Wow. Devo vederne uno J.

Il minerale (in realtà si tratta di un minerale arricchito) viene trasformato insieme al carbone in un agglomerato.

Ad ogni modo, il minerale viene arricchito e trasformato in agglomerato, mentre dall’altro lato il carbone viene bruciato con un metodo speciale (senza ossigeno), si aggiunge alla pozione qualche stregoneria chimica e si inserisce nell’altoforno, dal quale viene versata la ghisa da cui vengono rimossi i rifiuti, e così via…

Il ferro viene poi trasformato in acciaio utilizzando diversi metodi; viene poi steso e spedito a un altro stabilimento nel complesso (o venduto). Non si butta via niente (si possono vendere anche i rifiuti), specialmente quando si devono sistemare le strade. E quando non si devono costruire le strade, pensano a nuove applicazioni …come ad esempio…una stazione sciistica!

La fabbrica fonde circa 15 milioni di tonnellate di acciaio all’anno. Sembra tanto (è tanto). È ancora difficile capire quante siano 15 milioni di tonnellate. Quanti chili di ferro ci sono nella vostra automobile, nei coltelli e nelle padelle, nelle lavatrici e nei passeggini? Quanti chili buttiamo via ogni anno? Non dimentichiamoci dei dischi per i freni, degli pneumatici (all’interno c’è acciaio)…

La lista continua. Per tirare le somme: quanto ne usate a casa vostra o nel vostro appartamento (senza includere i rinforzi nei muri o i cavi degli ascensori, ma credo che si possa includere anche questo)? E quanto ne gettate e riciclate all’anno?

Importante: non confondete il ferro con l’acciaio, o l’alluminio con il titanio o il rame!

Dai, qual è il vostro totale?

LEGGI I COMMENTI 0
Scrivi un commento
  • RT @kaspersky: Yara is an essential tool for every malware researcher. Here's 3 reasons why you need to master it - and now you can from yo…
    19 ore fa