Alla scoperta dei nostri prodotti 2015

Noi di Kaspersky Lab abbiamo una tradizione (oltre alla festa di compleanno estiva e ai festeggiamenti del Nuovo Anno). Ogni estate lanciamo una nuova versione dei nostri prodotti per utenti privati. Ed eccoci qua, siamo già alla fine dell’estate, no? (Ma come! Di già?!) Permettetemi dunque di darvi alcune delucidazioni sulle caratteristiche principali delle nostre nuove versioni 2015 oppure, detta in un altra forma, sui nuovi modi per acchiappare i cybercriminali 🙂

Si alzi il sipario…

KIS 2015: Quali sono le novità?Tweet

L’occhio di Sauron che vede ogni cosa

Avete mai visto la webcam del computer di un esperto di sicurezza informatica? Sicuramente no, perché anche se la avrete vista… la avreste trovata tappata! Un po’ di nastro adesivo, un cerotto, del patafix… qualsiasi cosa, l’importante è tappare l’occhio della webcam.

Vi state chiedendo perché? Se ve lo dico senza tanti giri di parole, vi farò venire le paranoie…

Provo a spiegarvelo in un altro modo. Vi riporto un frammento di una conversazione tra due dei nostri woodpecker (entrambi intelligenti e giovani) che ho ascoltato nella zona fumatori dei nostri uffici:

“Ma certo che non hai bisogno di tapparla!”

“Ma sei sicuro? Hai applicato l’ingegneria inversa al driver?”

Okey, ve lo traduco: quello che la vostra webcam può fare lo sa solo il suo sviluppatore o, per essere più precisi, il ragazzo che scrive il software di cui si compone (uno sviluppatore o un woodpecker che ha il tempo sufficiente per poter smontare il software, pezzo per pezzo). In realtà bastarebbe aggiornare il software e in quel modo la risposta del secondo woodpecker acquista senso (per alcuni, forse). Quindi ci si può fidare o non ci si può fidare della propria webcam? Probabilmente no…

… Comunque sia, da oggi non sarà più necessario coprire lo spioncino con tutta una serie di nastri adesivi e rimedi fai-da-te che lasciano traccia e rendono il computer appiccicoso. Perché? Da-da-da-daaaaa: abbiamo dotato il nostro antivirus di una bodygard-per-il-driver, e con molta esperienza (un add-on per il driver originale, qualcosa tipo Tastiera Virtuale); la “sentinella” avviserà l’utente circa i tentativi di accensione della webcam e persino del microfono. Centro!

KIS 2015 fa in modo che nessuno ti spii attraverso la webcam Tweet

CryptoScocciatori

For years already blockers have been a real pain in the proverbial for many users in many countries, but at the same time users have been getting steadily better at eliminating these botherations. But the cyber-world never stands still of course, and the cyber-swine will sure have gotten down to searching for other sources of income… and this is what they came up with – cryptolockers, which have already spread around the world like wildfire.

I blocker sono da anni una delle più grandi spine nei fianchi per molti utenti in molti paesi del mondo; tuttavia, allo stesso tempo, gli utenti sono diventati poco a poco sempre più abili nello sbarazzarsi di queste scocciature. Ma il mondo nel cybercrimine non dorme sugli allori ed è all’eterna ricerca di altri modi per fare soldi… E così infatti che nasce il cryptolocker che si è già espanso a macchia d’olio in tutto il mondo.

Ma cosa sono esattamente i cryptolocker?

Si tratta di malware crittografici capaci di criptare i dati degli utenti (documenti, foto…) e poi chiedere loro, a cambio dello sblocco, il pagamento di una somma di denaro (da 50 a 2.000 euro), spesso in bitcoin (mica fessi!). Per quella piccola somma di denaro, la vittima riceverà (o forse no) una chiave di decrittazione per sbloccare i file e magari a quel punto realizzerà un backup. Da qualche tempo, questo metodo di estorsione si è spostato anche sui dispositivi mobili, tra cui iPhone e iPad.

Il problema è – o piuttosto, era (si veda il prossimo paragrafo) – che qualche volta persino noi non vi possiamo aiutare. Nessuno può farlo. Il Cryptolocker può usare una chiave criptografica così lunga che nemmeno Pensiero Profondo o HAL 9000, o qualche altra mente brillante, potrebbe usarla. E così le vittime spesso pagano. Nemmeno la polizia! Il che è comprensibile se non avete fatto un backup dei vostri dati o non avete un antivirus decente.

Comunque sia KIS 2015 si occupa anche di questa trovata criminale! Non appena osserva qualsiasi programma sospetto che cerca di aprire i file dell’utente, crea immediatamente una copia locale dei dati. Se si scopre che il programma non era un malware, i file verranno automaticamente ripristinati dal backup. Bam!

Ora gli antivirus Kaspersky hanno una protezione in più contro i malware Tweet

Hotspot? No, grazie

Non tutti i punti Wi-Fi gratuiti sono sicuri. Infatti, è piuttosto il contrario. La maggior parte degli spazi pubblici che offrono accesso gratuito a Internet sono gratis perché sono pericolosi. E se ci aggiungete il fatto che le app per mobile sono lontane anni luce da essere sicure (specialmente quelle di banking), ecco che vi ritrovate tra le mani un bel cocktel pericoloso.

Con KIS 2015 non vi dovrete più preoccupare di queste cose. Non appena armerete il vostro computer con la protezione targata KL, questi cercherà di stabilire una connessione attraverso un hotspot Wi-Fi, il programma testerà il tipo di crittografia e altre impostazioni di rete e se troverà qualche problema, vi avviserà e vi offrirà consigli su come procedere. Bam!

Voyeurismo buffer

Tra i vostri oggetti, quali sono quelli più appetitosi per i cyber-cattivoni? Il vostro portafoglio ovviamente.

Da anni abbiamo protetto il vostro portafoglio con Safe Money. Tuttavia questo non ci ha impedito di migliorare le nostre tecnologie.

Nella nuova versione, quando si imposta il browser in modalità Safe Money, Kaspersky Lab bloccherà le app di terzi parti ficcanaso, proprio quelle che amano dare una sbirciatina negli Appunti dove vengono salvati i vostri copy-paste (quelli realizzati con el abbreviature CTRL+C e CTRL+V). Già saprete che quando usate certi servizi web (per esempio, quelli di banking) tutto quello che copiate e finisce qui, potrebbe essere rubato – password incluse.

Il nuovo prodotto include inoltre una protezione dalle screenshot, una Tastiera Virtuale, il blocco dei plugin sospetti, la validazione dei certificati digitali, la protezione dagli exploit e altri trucchi speciali anti-Trojan… In definitiva, larga vita al tuo portafoglio 🙂 Bam!

EconomiKaL

Quante volte al giorno scarichiamo aggiornamenti? E quanto pesano?

Beh, nemmeno io lo so esattamente, è una cosa variabile. Diciamo solo UN SACCO. Ma naturalmente, è il prodotto a scaricare e installare gli aggiornamenti e quando lo fa noi possiamo star navigando su Internet usando la connessione dati del telefono – il che naturalmente può essere costoso, specialmente se siamo usando il roaming.

E così, abbiamo deciso di aggiungere una protezione in più al vostro portafoglio: se l’antivirus Kaspersky Lab 2015 vede che vi state connettendo via dispositivo mobile, ottimizzerà il traffico e chiuderà i servizi di update. Quando si passerà ad una tariffa illimitata, le restrizioni potranno essere disattivate.

Quante novità per questo 2015, avete visto? Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla nostra pagina ufficiale dei prodotti.

Overview sui nuovi antivirus Kaspersky 2015 Tweet

Bye bye a tutti. And stay safe!

LEGGI I COMMENTI 0
Scrivi un commento
  • RT @kaspersky: Yara is an essential tool for every malware researcher. Here's 3 reasons why you need to master it - and now you can from yo…
    20 ore fa