Inventori e invenzioni

Come confermano gli ultimi eventi, abbiamo spesso a che fare con i brevetti. Nella nostra casella di posta arrivano e-mail di ogni genere su tutta una serie di brevetti e invenzioni, alcune con notizie positive, altre con notizie negative, interessanti o che ci lasciano assolutamente indifferenti.

Tutto ciò mi ha fatto pensare…

… Ho deciso di fare una piccola ricerca su tutte le previsioni strane, pazzesche e assolutamente non azzeccate che hanno dato nel corso dei secoli alcuni “esperti” su nuove idee, invenzioni o idee di business.

Vi propongo un elenco delle 20 assurdità più incredibili che ho trovato sul Web; sicuramente alcune vi lasceranno a bocca aperta, altre vi faranno sorridere, e altre ancora vi faranno scoppiare in una fragorosa risata:

1. “È fisicamente impossibile che cadano pietre dal cielo” – Accademia parigina della scienza sui meteoriti, 1772;

2. “In futuro un computer potrà forse pesare solo 1,5 tonnellate”Popular Mechanics, 1949;

3. “Penso che nel mondo ci sia mercato forse per quattro o cinque computer”  – Thomas Watson, Presidente di IBM, 1943;

4. “Ho viaggiato in lungo e in largo e ho parlato con i migliori esperti, e sono certo che il data processing è una moda passeggera che sparirà da qui a un anno” – Editore, Business Books, Prentice Hall, 1957;

5. “Si ma… a cosa serve?” – Ingegnere IBM parlando del microchip, 1968;

6. “Che bisogno ha una persona di tenersi un computer in casa?” – Ken Olson, fondatore della Digital Equipment Corp., 1977;

7. “Il telefono ha troppi difetti per poter essere considerato un mezzo di comunicazione vero e proprio. Non è di alcuna utilità” – Nota interna di Western Union, 1876;

8. “Questa scatola musicale senza fili non ha alcun valore commerciale. Chi pagherebbe per ascoltare un messaggio inviato da uno sconosciuto?” – Soci di David Sarnoff che, negli anni ’20, era alla ricerca d’investimenti per progettare la radio;

9. “L’idea è interessante e ben sviluppata, ma per superare la sufficienza dovrebbe essere qualcosa di fattibile – Professore dell’Università di Yale in risposta al progetto di Fred Smith di avviare un sistema d’invio postale notturno (Smith ha poi fondato la Federal Express Corp.);

10. “Chi al mondo vorrebbe sentir parlare degli attori?” – H. M. Warner, Warner Brothers, 1927;

11. “Non li vogliamo. La loro musica non funziona e le band che usano chitarre sono fuori moda” – Un portavoce della Decca Records, riferendosi ai Beatles, 1962 (qui ho riso tantissimo);

12. “Qualsiasi macchina più pesante dell’aria non può volare” – William Thomson Lord Kelvin, scienziato inglese, 1899;

13. “Questo tal Professor Goddard con la sua “cattedra” al Clark College non è a conoscenza del rapporto tra azione e reazione e del bisogno di avere qualcosa di meglio che il vuoto contro per ottenere una reazione; quello che afferma è totalmente assurdo. Sembra che abbia delle lacune sulla materia che lui stesso insegna” – Critica del giornale The New Yor Times sul lavoro di Robert Goddard sui missili. Il 17 luglio 1969, il giornale ha poi ritrattato la sua dichiarazione;

14. “Trivellare per cercare petrolio? Cioè, spaccare la terra per trovare del petrolio? Lei è pazzo” – Risposta di alcuni lavoratori quando Edwin L. Drake voleva assumerli per una campagna di trivellazione nel 1859;

15. “Gli aerei sono dei bei giocattoli, ma di nessuna utilità militare” Ferdinand Foch, comandante dell’esercito francese, 1911;

16. “Tutto ciò che poteva essere inventato è già stato inventato” – Dichiarazione attribuita a Charles H. Duell, commissario dell’Ufficio Brevetti statunitensi, 1899;

17. “La teoria dei germi di Luis Pasteur è pura e ridicola finzione” – Pierre Pachet, professore di fisiologia di Tolosa, 1872;

18. “L’addome, il petto e il cervello non saranno mai toccati dalla chirurgia umana” – Sir John Eric Ericksen, chirurgo inglese nominato “Surgeon-Extraordinary” (chirurgo eccelso) dalla Regina Victoria, 1873;

19.”640 kb saranno sufficienti per tutti” – Frase attribuita a Bill Gates, 1981;

20. “100 milioni di dollari per la Microsoft sono troppi” – IBM, 1982;

Vi lascio con un piccolo rompicapo, sta diventando ormai una consuetudine:

Leghiamo una corda attorno all’Equatore; tagliamo poi la corda in un punto e aggiungiamo un altro pezzo di corda di un metro di lunghezza. Se questa corda potesse magicamente galleggiare nell’aria, a che distanza lo farebbe dalla Terra?

LEGGI I COMMENTI 0
Scrivi un commento