Alaska, che peccato…

… per il cattivo tempo.

Ciao a tutti!

Ecco, in breve, quello che troverete in questo post: un piccolo album fotografico con qualche commento circa il mio ultimo viaggio nel 49esimo stato americano. L’Alaska è l’ultimo luogo che ho visitato presente nella mia lista dei 100 posti da vedere al mondo.

Vi lascio qui una “le prove” del mio viaggio, ovvero alcune splendide foto…

AlaskaSembra una scena del film Duel, versione Alaska, no?

Prima cosa da dire: piove in continuazione.

A dire il vero, durante il primo giorno ad Anchorage c’è stato un pochino di sole, e non ha piovuto. Ma è stata solo una parentesi. Da quando abbiamo lasciato la città per intraprendere un viaggio di tre giorni, passando per Valdez e Whittier (date un’occhiata alla cartina), il sole è praticamente scomparso, e abbiamo incontrato solo pioggia, pioggia e ancora pioggia…

Purtroppo, a causa del maltempo e della fischia, non abbiamo potuto godere appieno della bellezza dei paesaggi. Il cielo era sempre nuvoloso e le precipitazioni abbondanti. Che delusione! Eravamo venuti apposta per contemplare le meraviglie di madre natura e proprio lei ci ha fatto un bello scherzetto.  Beh, d’altronde si sa chi è che comanda…

In ogni caso, in barba alle avverse condizioni atmosferiche, siamo riusciti a fare qualche foto che ci hanno confermato che l’Alaska è davvero il paese dei ghiacciai e delle cascate. Abbiamo potuto ammirare enormi ghiacciai dalle sfumature bianche e blu (perché blu, poi?), e un numero infinito di cascate. Si tratta praticamente del Milford Sound dell’emisfero settentrionale!

AlaskaQuesto ghiacciaio mi ha fatto pernsare a un noto dentifricio

Alaska

Alaska

Alaska

Alcuni ghiacciai si estendono fino ai fiordi. Enormi lastre di ghiaccio cadono in acqua, facendo un rumore assordante.

Nelle foto che vedrete ora, il ghiaccio raggiunge un’altezza di circa 100 metri.  Sotto la superficie ce n’è ancora di più. Di fatto, il ghiaccio non si sposta galleggiando in acqua, in stile Titanic. Enormi blocchi di ghiaccio sono attaccati alla base del fiordo, a 700-800 metri sott’acqua. Posso capire perfettamente adesso quando si dice che una cosa “è solo la punta dell’iceberg” :). Il diametro di questi blocchi di ghiaccio (e non sono dei più grandi) è di quasi un chilometro!

Alaska

Alaska

Alaska

Alaska

Alaska

Alaska

Alaska

Alaska

È vero, siamo stati sfortunati con la pioggia, ma non possiamo dire lo stesso per il ghiaccio…

Di solito le navi non si avvicinano tanto ai ghiacciai come abbiamo fatto noi; ci sono sempre dei pezzetti più “piccoli” di ghiaccio che si staccano dal fiordo e che possono essere un bel problema per le navi. Noi siamo stati fortunati perché poco prima del nostro arrivo c’era stata una forta tempesta che ci ha lasciato campo libero. Yeah!

C’è sicuramente una cosa che posso affermare con certezza dopo aver visto così da vicino i ghiacciai dell’Alaska (senza sole): fa un freddo cane! Qualsiasi cosa vogliate fare, prima di venire qui (perché dovete venirci, è uno dei posti al mondo da vedere ASSOLUTAMENTE), assicuratevi di avere un abbigliamento adeguato, che sia impermeabile e che vi mantenga ben caldi. Portate con voi un thermos di tè bollente o, perché no, anche una bella bottiglia di whisky 🙂

Alaska

Nella seguente immagine, potete osservare come la nostra nave (in verde, in alto a destra) sia andata oltre i limiti consentiti per la navigazione – di solito è molto pericoloso arrivare fino a lì. Ringraziamo ancora una volta la tormenta che ci ha dato una mano!

Alaska

Alaska

Alaska

Alaska

Alaska

Alaska

Ma l’Alaska non è soltanto ghiaccio… ci sono anche cascate e canali che scorrono dalle montagne (purtroppo non siamo riusciti a vederli per via del maltempo).

Come in Nuova Zelanda, anche qui c’è un lunghissimo tunnel che attraversa la montagna, il fatto è che c’è solamente una strada a senso unico e a una corsia. In più, due volte al giorno ci passa anche un treno!

Alaska

Alaska

Alaska

Cos’altro dire? Ah, sì, qui i fiumi sono pieni zeppi di salmoni. Non ho mai visto tanti salmoni tutti insieme, neanche nella mia cara Kamchatka!

Alaska

Alaska

Alaska

Alaska

A quanto pare, gli americani non mangiano caviale rosso (che si ricava dal salmone). Secondo un sondaggio, gli abitanti del posto non solo non lo mangiano, ma non lo hanno mai assaggiato! Mi sembra una cosa incredibile! Ho sempre pensato che tutti al mondo amassero questa prelibatezza. Ebbene, mi sbagliavo. Allora ho pensato due cose:

  1. Tutto questo è molto positivo! Se gli americani iniziassero a mangiare il caviale rosso, i prezzi andrebbero alle stelle! E adesso a malapena ce n’è per soddisfare i palati dei cittadini russi e giapponesi!
  2. Altro aspetto positivo: se gli americani mangiassero il caviale rosso, non ci sarebbero poi tanti salmoni in Alaska.

La foto che segue riassume ciò che abbiamo detto fino ad ora: l’Alaska è una terra meravigliosa, un connubio tra ghiacciai e zone verdi. Il tutto impreziosito da uno splendido arcobaleno. La macchina fotografica non rende giustizia allo spettacolo reale di questo paesaggio 🙂 .

Alaska

Dopo aver comprato un magnete da attaccare al frigo (che vedrete qui sotto) e aver sorseggiato una birra, è tempo di mettersi gli scarponi (non quelli della foto) e avviarsi all’aeroporto.

AlaskaBello il mio magnete, no?

AlaskaBirra locale assolutamente incredibile

AlaskaBen utilizzati ,oserei dire!

All’aeroporto, sulle piste, abbiamo visto diversi aerei cargo provenienti dal Sud-Est asiatico. Le nazionalità erano diverse: uno della Corea del Sud, uno di Singapore, uno di Hong Kong e tre di Taiwan. “Sono venuti per la carne di balena!” ha azzardato D.Z., e sicuramente ha ragione. A proposito di D.Z., eccolo qui:

Alaska

Durante il viaggio in aereo, mi sono messo a pensare a questi aerei asiatici. Dal momento che anche le località più a est della Russia come Petropavlovsk o Yuzhno-Sakhalinsk hanno delle buone strutture aeroportuali, questi aerei potrebbero venire in Russia a far rifornimento di caviale, pesce e altro. È molto più vicino e, come ha aggiunto D.Z., sarebbe la seconda rotta del commercio di pesce. D.Z., hai proprio ragione!

Alaska

Bene amici, questo è tutto per oggi!

Potete trovare tutte le foto sulla mia pagina di Flickr.

LEGGI I COMMENTI 0
Scrivi un commento
  • RT @kaspersky: Yara is an essential tool for every malware researcher. Here's 3 reasons why you need to master it - and now you can from yo…
    19 ore fa