Tag: utah

Un hotel sulle rive del Colorado. Wow!

Nel mondo ci sono tante città belle e particolari, poi ci sono vulcani, valli e canyon, isole e laghi. E poi ci sono anche i fiumi, tanti fiumi e ognuno diverso dall’altro. Alcuni sono maestosi, come il Rio delle Amazzoni con relative foreste, anaconde, piranha, coccodrilli e altri pericoli sott’acqua. Poi c’è il Nilo (non l’ho mai visto di persona) che scorre in mezzo al deserto, anch’esso popolato da coccodrilli e che avrebbe da raccontare mille e più storie sul genere umano. C’è il Mississipi con i suoi racconti alla Tom Sawyer. Il Danubio e il Reno (con la bella Lorelei e le canzoni di soldati caduti in battaglia). Poi c’è il Fiume Giallo con le sue acque scure e profonde (non l’ho mai visto di persona), l’infinito Lena con i suoi Pillars. Beh, l’elenco potrebbe essere infinito, volete darmi una mano?

C’è un altro fiume, piuttosto particolare, nella zona sud-ovest degli Stati Uniti (e a nord-ovest del Messico). Si tratta del fiume Colorado. Un fiume così impressionante da chiamarci uno stato con il suo nome e che scorre lungo i paesaggi rocciosi di vari stati USA: Colorado, Utah, Nevada e California. Controllare per credere.

La maggior parte di tutto quello che ho mostrato nei miei post sulla Utah si deve al fiume Colorado, che fornisce acqua a ben cinque stati e in particolare a una città nel bel mezzo del deserto: Las Vegas. Mi chiedo come questo fiume esista ancora.

Migliaia (o milioni) di anni fa, il fiume Colorado ha prosciugato il lago-mare interno che si trovava ad ovest degli Stati Uniti. È stato il fiume Colorado a plasmare queste “grinze” meravigliose che sono i canyon e che caratterizzano questa zona del continente nordamericano. Alcune sezioni delle rocce non sono state erose, nonostante il fiume ci abbia provato, e sono ancora lì in piedi ergendosi sui canyon. Il panorama è assolutamente allucinante per la sua bellezza, difficile da descrivere a parole. Bisogna vederlo con i propri occhi per crederci, vi consiglio caldamente di visitare questa zona!

1 2 Continua a leggere:Un hotel sulle rive del Colorado. Wow!

Foto di Flickr

Instagram

Breve guida agli archi naturali dello Utah

Perché questo nazionale viene chiamato Parco Nazionale degli Arches (ovvero “archi”) è piuttosto ovvio. Se vi siete persi qualche puntata di questa mia mini serie sullo Utah, date un’occhiata qua.

Ebbene sì, signori e signore, se volete vedere dei grandi archi naturali scolpiti nella roccia, dovete venire qui. Ce ne sono tantissimi! Secondo Wikipedia ce ne sono più di 2.000, di ogni tipo e di ogni forma, dai più bizzarri ai più sorprendenti. Oggi siamo riusciti a vederne 9! Sono i seguenti: Surprise (sorpresa), Skull (teschio), Delicate (delicato), Tower (torre), Skyline (orrizzonte), Windows (finestre – e ovviamente sono due), Turret (torretta) e Double Arch (doppio arco).

Il più bello ed il più famoso (che sembra quasi l’immagine di fondo del desktop di un computer) è questo qui, Delicate Arch (arco delicato):

Arches National Park Utah Continua a leggere:Breve guida agli archi naturali dello Utah

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti al Blog

Stanchi dei canyon dello Utah? Impossibile

I canyon dello Utah, con il loro stupefacente color rosso, sono davvero sorprendenti, un piacere per gli occhi. Almeno visti dall’esterno, che è quello che abbiamo fatto noi ieri, ma oggi daremo un’occhiata ai canyon dall’interno. Eccoci dunque in cammino verso i Fiery Furnace, una serie di canyon che fanno parte del Parco nazionale degli Arches. Questo è quello che abbiamo visto…

arches-utah-intro-1

arches-utah-intro-2

Continua a leggere:Stanchi dei canyon dello Utah? Impossibile

Utah Saints: colonne rosso cremisi e funghi giganti

Già dal giorno prima la mia mente era in ebollizione e piuttosto inquieta. Un po’ di sollievo l’ho avuto sfogandomi un po’ con la macchina fotografica, ma alla fine ero completamente esausto, era come se il mio cervello fosse in stato di disidratazione.

La diagnosi è più o meno questa:

Ho visitato (finalmente) i canyon dello Utah!

I miei occhi sono usciti dalle orbite, le mascelle continuamente aperte per la sorpresa, la lingua fuori dalla bocca…ero praticamente impazzito dalla gioia. Le  macchine fotografiche erano in fiamme per quanto le abbiamo usate! Meno male, però, almeno loro hanno retto. Noi esseri umani eravamo fuori di testa, non riuscivamo a sopportare tanta bellezza dei canyon dello Utah.

mushrooms_1

Continua a leggere:Utah Saints: colonne rosso cremisi e funghi giganti