Conferenza a Cancún 2015

Dieci anni fa o forse più la nostra azienda, ai tempi ancora piccola, ha deciso di ampliare i propri orizzonti, estendendosi a livello internazionale. Da allora i nostri esperti lavorano in qualsiasi angolo del pianeta e comunicano tra loro via mail, messaggi, telefono e grazie a tanti altri mezzi. Un vantaggio, non c’è dubbio, ma l’interazione diretta tra persone non ha paragoni. Per questo motivo, abbiamo deciso di organizzare un incontro una volta all’anno e di sfruttare al massimo l’occasione data dal contatto diretto. Ed è così che è nata la nostra conferenza annuale sulla sicurezza IT, meglio conosciuta come Security Analyst Summit (SAS).

cancun-mexico-sas2015-1

cancun-mexico-sas2015-2

cancun-mexico-sas2015-3

cancun-mexico-sas2015-4

Un elemento costante di tutte le conferenze SAS è la predilezione per i luoghi  sulla spiaggia e dal clima tropicale.

cancun-mexico-sas2015-6#TheSAS2015 scritto sulla sabbia il primo giorno per dare il benvenuto a tutti i partecipanti

cancun-mexico-sas2015-9

cancun-mexico-sas2015-12

Morning workout #TheSAS2015 style. Masters of securejitsu

A photo posted by Eugene Kaspersky (@e_kaspersky) on

Durante I primi anni, la conferenza SAS era rivolta solo ai lavoratori di Kaspersky Lab, ma nel 2009 abbiamo deciso di aprirci all’esterno (in fondo la cyber sicurezza si basa proprio sul concetto di cooperazione, no?) e di invitare anche esperti non appartenenti alla nostra azienda (a cinque, in particolare). L’esperimento è andato bene e così abbiamo invitato sempre più gente da fuori con il passare degli anni. Alla conferenza di quest’anno presso l’hotel Marriott sulla spiaggia di Cancun (Yucatan, Messico) hanno partecipato 250 persone di 33 paesi diversi, tra cui 150 tra ospiti provenienti da altre aziende e giornalisti.

cancun-mexico-sas2015-13

cancun-mexico-sas2015-14

cancun-mexico-sas2015-15

cancun-mexico-sas2015-16

È ormai tradizione che i relatori propongano durante i loro interventi i risultati delle ultime ricerche nel campo della sicurezza informatica, e tali scoperte vengono poi diffuse al mondo dai media che si trovano nel pubblico. Tale meccanismo è un vantaggio per tutti: noi esponiamo le nostre ricerche e i media ottengono informazioni di prima mano e sono sicuri di dare notizie precise e affidabili, non per sentito dire. O per lo meno è quello che cerchiamo di fare: ci sono sempre notizie poco accurate, mal interpretate o travisate dalla stampa, ma non possiamo farci nulla, nonostante i nostri sforzi per limitare il più possibile che ciò avvenga.

Quest’anno abbiamo ospitato media davvero di grande livello (tra cui Forbes, Wired, The Times e France24), e non sono mancati i tweet inviati da tutti i giornalisti in sala… e da me.

Quest’anno in particolare, due delle nostre presentazioni hanno suscitato un po’ di scompiglio tra la stampa, andando a finire sulla prima pagina di quasi tutti i giornali.

La prima notizia riguardava alcuni cybercriminali che hanno utilizzato un nuovo malware per rubare miliardi di dollari da centinaia di banche di 30 paesi (Carbanak).

La seconda notizia riguardava alcune operazioni di guerra cibernetica del gruppo Equation, il cui malware super sofisticato sembra essere il diretto discendente di Stuxnet. Grazie a queste notizie il nostro sito è andato letteralmente in crash, per la prima volta durante anni, nonostante tutte le misure preventive adottate e la banda larga! Mi è stato riferito anche che l’articolo sul gruppo Equation pubblicato su Ars Technica ha battuto tutti i record in termini di visite, oltre un milione di persone lo ha letto!

cancun-mexico-sas2015-17

Questo non vuol dire che le altre presentazioni fossero meno interessanti…

Ad esempio,  si è parlato anche della sicurezza delle cosiddette “smart city”, delle vulnerabilità dei tracker da polso dell’attività fisica, di come proteggere il CERN dalle minacce informatiche; ma anche degli attacchi mirati arabi, del nostro sistema operativo sicuro e tanto altro. Presto pubblicheremo online tutte (o quasi) le presentazioni e le varie registrazioni; in ogni caso, potete anche dare un’occhiata al blog dell’evento.

cancun-mexico-sas2015-18

cancun-mexico-sas2015-19

cancun-mexico-sas2015-21

cancun-mexico-sas2015-22

Abbiamo parlato poi dell’eventualità di farsi impiantare dei microchip nel proprio corpo e alcuni impavidi tra i nostri collaboratori hanno accettato di farsene impiantare uno NFC sottopelle! Sono riusciti anche a programmarlo e renderlo leggibile dal proprio smartphone!

Chi ha seguito le news e i tweet dalla conferenza (vi avevamo annunciato l’evento), è riuscito a vedere tutte le presentazioni praticamente in diretta. Per chi invece non lo ha fatto, presto saranno disponibili online i video. Nel frattempo, ecco un breve riassunto.

E ora passiamo alla festa!

Chi lavora molto, ha bisogno di divertirsi in egual misura. E al SAS abbiamo rispettato questa regola alla lettera! Tutti insieme, come una grande famiglia. Abbiamo anche avuto l’accortezza di spostarci con un autobus in una zona più tranquilla per non disturbare gli altri ospiti di Cancun! Siamo andati in un luogo che praticamente sembrava una giungla. Niente Wi-Fi, niente rete cellulare (forse è per questo che la festa è così riucita): solo noi, i nostri show, le nostre cantate a squarciagola, balli e premi e tante risate!

cancun-mexico-sas2015-23

cancun-mexico-sas2015-24

cancun-mexico-sas2015-25

cancun-mexico-sas2015-26

cancun-mexico-sas2015-27

cancun-mexico-sas2015-28

cancun-mexico-sas2015-29

cancun-mexico-sas2015-30

cancun-mexico-sas2015-31Tequila boom!

cancun-mexico-sas2015-32

cancun-mexico-sas2015-33

cancun-mexico-sas2015-34

Ogni anno va così; alla fine di ogni conferenza SAS pensiamo: “Wow, è stato un successo incredibile. Non possiamo fare di meglio”. E poi ci chiediamo cosa possiamo organizzare per l’anno successivo che possa stupire tutti. E alla fine l’anno dopo riusciamo a superarci! Non vedo l’ora che sia già l’anno prossimo…

cancun-mexico-sas2015-35

cancun-mexico-sas2015-36

Nel caso ve lo siate persi, ecco come è andata l’anno scorso a Punta Cana (Repubblica Dominicana).

Potete trovare il resto delle foto sulla mia pagina di Flickr.

Adiós amigos!

LEGGI I COMMENTI 0
Scrivi un commento
  • RT @kaspersky: Yara is an essential tool for every malware researcher. Here's 3 reasons why you need to master it - and now you can from yo…
    19 ore fa