Un metro di mare in più e per le Maldive è finita

Non ho mai pensato che un giorno sarei andato alle Maldive.

Perché? La maggior parte delle volte i miei viaggi sono dovuti a questioni lavoratie e alle Maldive non ci sono incontri, conferenze o discorsi da fare, non è tipicamente un luogo per gli affari diciamo…

Naturalmente a volte visito dei paesi esotici da turista, ma i miei viaggi di piacere sono da zaino in spalla, tenda e passeggiata sui vulcani, no di certo sole, spiagge dorate e surf. Le Maldive? Sul serio?

In realtà, quando mi è stato suggerito di programmare l’annuale incontro direttivo alle Maldive, non ci è voluto molto per convincermi. Tutti conoscono le bellezze di quest’isola paradisiaca, perché avrei dovuto dire di no? E così abbiamo preso l’aereo in direzione Oceano Indiano…

Maldives

Non appena siamo arrivati, abbiamo capito perché si tratta di un posto tanto decantato. Un arcipelago di atolli incrediibli dalle acque cristalline, spiagge bianchissime, cielo azzurro, palme, hotel di lusso con case sulla spiaggia al posto delle solite camere e tante altre meraviglie.

L’altro aspetto che mi ha colpito è quanto siano piccole tutte le isole che formano l’arcipelago. E poi anche basse, davvero da due metri e mezzo di altitudine!

E allora ho pensato: se il livello degli oceani continua ad innalzarsi costantemente, beh…. le Maldive verranno sommerse in pochissimo tempo. E così tutte le sue bellezze. Nooooo!

Maldives

Maldives

Maldives

Maldives

Maldives

MaldivesMamma mia, pensavo che isole come queste si trovassero solo nei sogni o ritoccate con Photoshop… Invece è tutto vero!

Maldives

Maldives

Allora ho cominciato a riflettere ulteriormente su questo tema…

Mmm… surriscaldamento globale e conseguente innalzamento del livello dei mari… Sicuramente tutti noi (o quasi) desideriamo stabilità, pace nel mondo e benessere per l’intera umanità ma la natura fa sempre ciò che vuole, nonostante tutte le migliori intenzioni. Dove voglio arrivare?

Voglio dire che, o almeno è quello che mi sembra, la colpa del surriscaldamento globale non è distribuita equamente. È vero sì che gli essere umani con una visione non a lungo termine stanno distruggendo il pianeta con emissioni nocive senza preoccuparsi delle conseguenze.

Ma è davvero così semplice la questione? Il surriscaldamento globale è un fenomeno che esiste da centinaia e centinaia di anni! E non solo a partire dalla Rivoluzione Industriale, anzi, oserei dire che la Rivoluzione Industriale è una conseguenza del surriscaldamento globale!

Da alcune centinaia di anni il sole ha cominciato a diventare estremamente caldo, la frutta e la verdura sulla Terra hanno sfruttato al massimo la fotosintesi migliorata; con maggiore disponibilità di cibo, gli esseri umani hanno iniziato a moltiplicarsi ed avere maggior tempo libero da impiegare per creare nuove invenzioni. Da lì poco a poco si è passati alla produzione di massa e alla creazione di industrie sempre più inquinanti. Beh, è una teoria come un’altra.

Comunque, tornando ai giorni nostri…

Se continuiamo su questa strada e non cambiamo nulla del nostro comportamento, i ghiacciai si scioglieranno, aumenterà il livello del mare e scompariranno posti incantevoli come le Maldive che si trovano a basse altitudini. Tuttavia, se osserviamo alcune ricerche, vediamo che nel passato (anche se molto tempo fa) il livello del mare era di 100 o 200 metri maggiore rispetto ad ora! Si pensa che durante il periodo cryogeniano, l’INTERO PIANETA fosse ricoperto da un unico ghiacciaio e per milioni di anni. In un’altra epoca le calotte polari si sciolsero, si svilupparono i dinosauri godendo di condizioni climatiche ottimali; anche in questo caso, il livello degli oceani era di 200 metri superiore rispetto a quello odierno. Ok, parliamo di centinaia di milioni di anni fa; poi l’uomo non era ancora comparso per prendersi tutte le colpe… in ogni caso, è successo quello che è successo.

Cosa succederà ora?

Sinceramente, non ne ho la minima idea. Non sono molto ferrato sull’argomento, come probabilmente suggeriscono le riflessioni che ho appena fatto (chiunque voglia, può lasciare la propria opinione nella sezione dedicata). Quello che so è che i ghiacciai si stanno sciogliendo, ovunque. In Europa, Alaska, Nuova Zelanda, l’ho visto con i miei occhi, è uno spettacolo scioccante che ho voluto immortalare con delle foto.

Si stanno sciogliendo a una velocità incredibile. Come mai?

Spero che gli esperti si stiano mettendo d’accordo una volta per tutte. Nel frattempo, io mi chiedo: forse stiamo arrivando alla fine di un periodo di grande surriscaldamento e che presto entreremo in una fase di raffreddamento, in cui gli olandesi torneranno a pattinare sui canali, il Tamigi di Londra tornerà a congelarsi e i ghiacciai avanzeranno dai Poli sciogliendosi prima di arrivare alle altre terre? Come si scioglierebbero? Si tratterebbe di un business davvero redditizio. Oppure succederà tutto il contrario, la temperatura continuerà a salire?

Ma ritorniamo a perché i ghiacciai si sciolgono…

Prima pensavo che la colpa fosse dell’uomo per i danni causati al pianeta, ma ora non sono così sicuro. Ovviamente l’uomo sta causando molti danni al pianeta, in qualche modo. Prima l’inquinamento non esisteva e ora invece sì? Ma la colpa è davvero dell’uomo per la maggior parte dei problemi? Non ne sono così sicuro. Come? Perché? Perché ho inziato a scalare vulcani! Vulcani diversi, alcuni spenti da molto tempo, altri attivi, altri ancora in eruzione. E sono stato testimone della vera potenza della natura, la natura terrestre. E poi c’è un altro potere, più grande, che influenza la natura terrestre e che proviene dallo spazio.

maldives-male-16

maldives-male-18

maldives-male-19

maldives-male-20

maldives-male-21

maldives-male-23

maldives-male-24

maldives-male-27

maldives-male-29

maldives-male-30

Ora una breve digressione ma piuttosto rilevante: dal momento che siamo alle Maldive ed è probabile che tutto venga inondato… da dove viene l’acqua che c’è sulla Terra?

Ci avete mai pensato? E perché ce n’è così tanta? Non preoccupatevi se non sapete rispondere, chiunque ci abbia pensato alla fine si è sentito più confuso che all’inizio. 🙂

Esistono varie teorie: le comete l’hanno portata sulla Terra durante una collisione con il pianeta. Oppure proviene dai vulcani, o entrambe le spiegazioni… Insomma, un mistero. Sappiamo che la superficie del pianeta è coperta da una grande quantità d’acqua e praticamente qualsiasi organismo vivente sulla Terra è composto circa dell’80% d’acqua! E non sappiamo da dove proviene! Wow!

Sto scrivendo queste riflessioni di sera, su una spiaggia delle Maldive; e mentre scrivo, la mia attenzione viene catturata da un altro fenomeno naturale che attraversa il cielo. Un grande cerchio grigio con numerosi crateri: la Luna.

Moon @ MaldivesThe Light Side of the Moon

Parliamo un po’ della fisica di questo satellite…

Se dobbiamo fare affidamento su alcune osservazioni scientifiche, la Luna si allontana dalla Terra tre centimetri in più ogni anno. Ovvero, l’orbita della Luna attorno alla Terra (di cui non conosciamo la traiettoria precisa, così come l’origine dell’acqua) viene spinta ogni anno 3 cm più in là. Tre metri ogni cento anni, o mezzo chilometro dall’epoca dell’Impero Romano. E potremmo continuare così all’infinito, oppure no, nel senso che in un futuro lontano la Luna potrebbe salutarci per sempre. Addio mondo crudele!

Un giorno la forza gravitazionale della Terra non riuscirà più a tenere legata la Luna alla sua orbita e si staccherà. Dove si dirigerà??  E a quale velocità? Cosa accadrà alla nostra povera Luna? E quando succederà?

Quale astronauta in sala?  Ho tre domande da fare:

1. Più o meno entro quanti miliardi di anni la Luna si staccherà dall’orbita terrestre?

2. Più o meno entro quanti miliardi di anni inizierà a girare attorno al Sole?

3. Dal momento che la Luna inizierà a girare intorno al Sole sullo stesso asse della Terra , c’è il rischio che la Luna possa scontrarsi con il nostro pianeta? E se così fosse, con quale forza? Oppure a quel punto il Sole sarà diventato così grande e bollente che avrà inglobato già tutti i pianeti e le lune del Sistema Solare?

Solo curiosità.

E se gli astronomi si sbagliano con le loro teorie? Se il sole non ingloba qualsiasi cosa e la Terra e la Luna si scontrano, ci sarà un nuovo pianeta Theia? Niente è nuovo su questo mondo, anzi, in questo universo :). A tutto questo ho pensato mentre guardavo la Luna su una spiaggia delle Maldive. Un paesaggio paradisiaco come questo invita alla riflessione.

Purtroppo, le cose belle sono tali perché hanno anche un lato negativo. Per quanto riguarda le Maldive, mi riferisco alla stagione delle piogge. E sebbene le Maldive siano lontane da qualsiasi attività tellurica, ne patisce le conseguenze per via degli tsunami. Il terremoto del 2004 ha provocato uno tsunami importante che ha provocato molti danni alle Maldive. Forse il timore di un altro tsunami ha fatto sì che in ogni stanza d’albergo ci sia un giubbino di salvataggio. Non si sa mai…

Maldives

Qualche informazione sull’hotel in cui abbiamo alloggiato. Non entrerò in dettagli, so che sono tempi difficili economicamente, ma del resto mi trovo in un autentico paradiso e non posso fare altrimenti (e poi alla fine sono sempre tempi difficili, no?).

Abbiamo soggiornato presso l’hotel Naladhu, e devo dire che siamo stati bene. Un hotel davvero esclusivo, che concedeva molta privacy. Mi è piaciuta soprattutto la piscina privata in ogni casa sulla spiaggia! Mi chiedo da dove provenga l’acqua, non sembra che ci siano fori per farla scorrere. Ebbene, abbiamo scoperto che l’acqua sgorga da questa cascata/doccia:

Maldives, Naladhu hotel

maldives-male-33

Che meraviglia sedersi sul molo di legno, ammirare il panorama e respirare il profumo del mare:

Maldives, Naladhu hotel

Unico problema. In un posto così è impossibile lavorare! Ho bisogno di tornare al freddo e alla neve per concentrarmi!

Probabilmente è la prima volta che non ho chiuso a chiave la porta della mia stanza. Qui non c’è bisogno. Bellissimo. 🙂

Maldives, Naladhu hotel

Un membro del nostro gruppo è dovuto partire all’improvvviso. In seguito mi ha raccontato come si sia dovuto affrettare per arrivare all’aeroporto, non in taxi ma in barca. Il capitano è un grande appassionato di antivirus e per lui i nostri prodotti sono leader sulle isole, lui stesso li utilizza. Grande! 🙂

Dopo aver conosciuto questo particolare, amo ancora di più le Maldive. Ma la ciliegina sulla torta è stata la bandiera. Guardate i colori!  Sarà amore per la vita!

maldives-male-48

maldives-male-49

Riassumendo: le Maldive sono un’autentica meraviglia. Cosa succederà a questo paradiso se si innalza il livello del mare? Al solo pensarci mi viene da piangere. Speriamo sia in un futuro molto lontano, o che il livello del mare non si innalzi affatto. Speriamo che l’uomo, spremendo le meningi come durante la Rivoluzione Industriale, si inventi qualcosa di nuovo in grado di fermare questo fenomeno e di salvare le Maldive!

LEGGI I COMMENTI 0
Scrivi un commento
  • RT @kaspersky: Yara is an essential tool for every malware researcher. Here's 3 reasons why you need to master it - and now you can from yo…
    20 ore fa