Tag: spazio

Knocking on Space’s Door

Sono già diversi anni che nella mia testa frulla l’idea di fare un viaggio nello spazio. Più esattamente ho iniziato a pensarci da quando Richard Branson sponsorizzava il team della Formula 1, Brawn GP Ltd. In quel periodo noi (Kaspersky Lab) stavamo valutando l’idea di diventare sponsorship della F1 (di fatto poi siamo diventati sponsor della Scuderia Ferrari) e sempre nello stesso ho  avuto l’occasione di incontrare Richard Branson durante una corsa. Per farla breve dato che la storia è lunga, dopo una bella chiacchierata ho comprato un biglietto per un…  viaggio nello spazio!

541546_10150704994898750_1697892943_nDa allora ho cercato di prepararmi e studiare tutto quello che aveva a che vedere con lo spazio: ho provato cosa significa trovarsi in assenza di gravità (in un IL-76), presenziato il lancio di un Soyuz dalla base di Bajkonur e visitato il Yuri Gagarin Cosmonaut Training Center di Star City.

L’assenza di gravità è una sensazione bellissima, e non ho avuto problemi. Tuttavia, rispetto al Soyuz e alla simulazione della Stazione Spaziale Internazionale che vi posso dire: non sono riuscito a capire come funzionasse la console di gestione. Pare proprio che gli ingegneri spaziali non sappiano nulla di user experience e A/B testing 🙂

Nel frattempo, è stato costruito un cosmodromo per la Virgin Galatic. Non è troppo grande dato che da questa base sono previsti solo lanci di aerei suborbitali. Sono già stati testati alcuni voli, ci sono state fastose presentazioni e un sacco di altri annunci e eventi collaterali. Circolano però anche alcune cattive notizie (come quella dell’incidente aereo del 2014), e c’è stato un lungo silenzio sul progetto, silenzio che è durato 18 mesi.

Poi, proprio l’altro giorno, ho ricevuto una comunicazione di vitale, anzi “cosmica”, importanza! Non si dimenticano dei loro clienti, buon segno. Ma non finisce qui…

Continua a leggere:Knocking on Space’s Door

Star City

Un saluto a tutti!

Eccoci di nuovo. Settembre. E’ finisto Agosto, il mese delle vacanze, e si torna a lavoro – che per me significa tornare ad andare in giro per le strade o, piuttosto, con l’aereo. Questa stagione mi vedrà come al solito in giro per il mondo, ma includendo nel mio itinerario nuovi paesi e nuovi eventi. Dannazione, dovevo inserire qualche novità! Il programma deve comunque rimanere molto flessibile perché i piani possono cambiare improvvisamente, come dimostrato molte volte dall’esperienza. Quest’anno potrei persino battere il mio precedente record – o forse meglio dire, dubbio record – di 100 voli effettuati in un anno. Fino adesso ne ho effettuati 59 (ne ho tenuto il conto con attenzione, a scanso di equivoci).

Ma tra la Kamchatka ed il prossimo tour vorticoso, volevo davvero tenere un profilo basso almeno per un paio di settimane in modo da ritrovare la bussola, riorientarmi, riprendermi e rifamiliarizzare con la città in cui – sulla carta – risiedo. Ho realizzato che ciò fosse necessario nel momento in cui ho cominciato a dimenticare quale fosse l’interruttore della cucina e quale quello del salone! Così, oggi, vi propongo la storia e le foto di un viaggio in un luogo veramente interessante nella stessa regione di Mosca – Yuri Gagarin
Cosmonaut Training Center
a Star City. Questo posto è davvero affascinante – raccomando molto di visitarlo. E’ possibile organizzare escursioni di una intera giornata durante le quali vi sarà mostrata e spiegata ogni cosa, in cui potrete visitare diverse esposizioni e saltare a bordo delle astronavi in cui si allenano gli astronauti (che appaiono di continuo nella sala passeggiando avanti ed indietro, per la gioia dei visitatori).
E’ possibile arrampicarsi nella capsula di rientro del
Soyuz per mezzo della quale gli astronauti ritornano a terra. La guida vi descriverà ogni genere di dettaglio in merito alle missioni spaziali ed all’atterraggio sulla Terra, in merito ad altri casi particolari e così via.. Non voglio dirvi tutto in questa sede. Molto meglio andare e provare tutto di persona.

tuta astronauta

More: centrifuges, hydro-pool, planetarium and

Foto di Flickr

Instagram