Tag: guerra cibernetica

StoneDrill: abbiamo trovato un nuovo e potente malware wiper simile a Shamoon (ed è una cosa seria)

Se siete lettori abituali di questo blog, conoscerete il nostro team GReAt (Global Research and Analysis Team). Si tratta di oltre 40 esperti di cybersicurezza sparsi per il mondo, specializzati nel proteggere i nostri clienti dalle cyberminacce più sofisticate che si trovano là fuori. Gli esperti del team GReAT amano paragonare il loro lavoro alla paleontologia: esplorano il deep web alla ricerca delle “ossa” dei “cyber mostri”. Alcuni potrebbero considerarlo un metodo antico: cosa c’è di tanto speciale nell’analizzare le “ossa” delle “creature” del lontano passato quando la chiave di tutto è proteggere le vostre reti dai mostri del presente? Beh, ecco una storia che vi dimostra che è impossibile scovare i mostri di oggi senza dare un’occhiata al passato…

Alcuni di voi conosceranno i wiper (un tipo di malware che, dopo essere stato installato su un PC infetto, cancella completamente tutti i dati, lasciando il proprietario del computer con un hardware assolutamente vuoto e a malapena funzionante). Il wiper più famoso (e famigerato) è Shamoon, un malware che nel 2012 ha fatto tanto scalpore nel Medio Oriente, eliminando i dati di oltre 30.000 endpoint della compagnia petrolifera più grande al mondo (la Saudi Aramco) e colpendo anche un altro colosso energetico (Rasgas). Pensateci: oltre 30.000 hardware inutilizzabili nella compagnia petrolifera più grande al mondo…

Shamoon, Shamoon 2.0, StoneDrill, Newsbeef. I wiper si stanno diffondendo nel mondo

Stranamente, dalla sua lotta devastante contro l’azienda saudita nel 2012, si è sentito poco parlare di Shamoon, fino a quando nel 2016 è ritornato sulle scene Shamoon 2.0, con nuove ondate d’attacco (sempre in Medio Oriente).

Dall’inizio delle nuove ondate d’attacco di Shamoon, abbiamo sintonizzato i nostri sensori alla ricerca di quante più versioni possibili di questo malware (perché, diciamolo, non vogliamo che i nostri clienti siano attaccati da Shamoon). E siamo riusciti a trovarne diverse versioni (evviva)! Ma insieme al nostro bottino di versioni di Shamoon, le nostre reti hanno inaspettatamente scovato un nuovo tipo di malware wiper che abbiamo chiamato StoneDrill.

La base del codice di StoneDrill è diversa da quella di Shamoon, ecco perché pensiamo si tratti di una nuova famiglia di malware; utilizza anche alcune tecniche per evitare il rilevamento che Shamoon non usa. Si tratta, quindi, di un nuovo protagonista. E una delle cose più strane (e preoccupanti) che ho imparato su questo malware è che, a differenza di Shamoon, StoneDrill non si limita a colpire solo l’Arabia Saudita o i paesi vicini. Finora, abbiamo trovato solo due attacchi di questo malware e uno di loro si è verificato in Europa.

Perché è preoccupante? Perché questa scoperta indica che alcuni criminali pericolosi armati di cyber strumenti devastanti stanno tastando il terreno nelle regioni in cui altre persone di questo genere non erano precedentemente interessate.

Continua a leggere:StoneDrill: abbiamo trovato un nuovo e potente malware wiper simile a Shamoon (ed è una cosa seria)

CYBERNOTIZIE: CENTRALI NUCLEARI VULNERABILI E CONTROLLO CIBERNETICO

Con la presente, un rapido commento su alcune “notizie”, o piuttosto, aggiornamenti, su ciò che ripeto da anni! Odio dire “ve l’avevo detto” ma… VE L’AVEVO DETTO!

Prima cosa

(Foto a caso della) centrale nucleare di Cattenom in Francia dove, spero, sia tutto eccellente in materia di sicurezza informatica.(Foto a caso della) centrale nucleare di Cattenom in Francia dove, spero, sia tutto eccellente in materia di sicurezza informatica.

Continua a leggere:CYBERNOTIZIE: CENTRALI NUCLEARI VULNERABILI E CONTROLLO CIBERNETICO

Foto di Flickr

  • London, Thames Walk
  • London, Thames Walk
  • London, Thames Walk
  • London, Thames Walk

Instagram Photostream